Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2002 June;48(2) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2002 June;48(2):115-20

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2002 June;48(2):115-20

lingua: Inglese

An audit of the immunosuppressive management of ulcerative colitis. A retrospective chart review from a referral day hospital of gastro-enterology

Actis G. C., Pinna-Pintor M.


PDF  


Obiettivo. La colite ulcerativa è una malattia infiammatoria del colon probabilmente basata su una anomala risposta T cellulare agli antigeni luminali, per la quale nell'ultima decade sono stati proposti protocolli immuno-soppressori che includono la ciclosporina e la azatioprina.
Metodi. Un'analisi di 72 pazienti seguiti al nostro Day Hospital per colite ulcerativa tra il 1991 ed il 2001 ha permesso una verifica dell'efficacia di questo regime a due farmaci.
Risultati. Le percentuali di pazienti liberi da colectomia immediatamente, a 1 anno ed al termine dello studio sono state di 68, 47, e 36%, rispettivamente. Trentacinque (81%) delle 43 colectomie, eseguite come proctocolectomie con pouch ileale, si sono manifestate nel primo anno dal trattamento. In ogni modo, il rischio di colectomia durante lo studio risultò significativamente ridotto dall'azatioprina. Dei venticinque pazienti che hanno evitato la colectomia finora 16 (64%) hanno presentato almeno una ricaduta nell'arco di tempo medio di 17,5 mesi; tutti gli episodi sono stati gestiti ambulatorialmente. Gli effetti collaterali osservati dei due farmaci rientravano nell'ambito del loro profilo terapeutico.
Conclusioni. Un regime consistente di azatioprina e ciclosporina è in grado di evitare la colectomia per 1 anno in quasi il 50% di una coorte di pazienti con colite ulcerativa severa mentre permette una risposta cronica accettabile in meno del 40%. Una valutazione più accurata di questa condotta richiede il confronto con altre opzioni, incluse quelle chirurgiche.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail