Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2002 June;48(2) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2002 June;48(2):73-80

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2002 June;48(2):73-80

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

SEN virus. A clinical review

Yoshida E. M., Wong S. G. M.


PDF  


Il SEN-V è un virus a singola catena di DNA, di recente scoperta che è lentamente correlato al virus TT. Sono stati finora identificati otto genotipi di SEN-V, chiamati SEN-V: da A a H, anche se è stato suggerito che i genotipi SEN-V: H e C così come SEN-V: D e F, vengano associati. Il SEN-V è chiaramente trasmesso attraverso la trasfusione di prodotti ematici ed il contatto parenterale. Sembra avere una distribuzione mondiale essendo stato isolato in ogni Paese ed in comunità remote. L'interesse nel SEN-V nasce dalle descrizioni iniziali che due genotipi, SEN-V, SEN-V: D e H, erano associati alle epatiti post-trasfusionali non-A, non-E. Gli studi condotti sono stati finora incentrati su questi due genotipi di SEN-V e sulla malattia epatica risultante. Uno studio ha però documentato una chiara relazione temporale tra infezione da SEN-V post-trasfusionale ed epatite NANE, ed ha trovato che più del 90% di un piccolo cluster di casi di epatite NANE erano associati all'infezione da SEN-V. È inoltre chiaro che la maggior parte dei pazienti che acquisiscono questo virus non si ammaleranno di epatite. Inoltre, ulteriori studi, non sono riusciti a trovare una differenza significativa nella prevalenza tra SEN-V, e eziologicamente note, nei confronti delle malattie epatiche croniche o criptogenetiche acute, dell'epatoma criptogenetico, dell'epatoma HBV e HCV associato ed altre anormalità biochimiche post-trapianto epatico. Nonostante non ci siano chiare evidenze che il SEN-V sia una causa di malattia epatica, sembra essere responsivo alla terapia con interferone.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail