Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2001 Settembre;47(3) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2001 Settembre;47(3):129-36

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2001 Settembre;47(3):129-36

lingua: Inglese

Helicobacter pylori: a culprit in extraintestinal diseases?

Cremonini F., Canducci F., Gabrielli M., Di Caro S., Santarelli L., Nista E. C., Lupascu A., Gasbarrini G., Gasbarrini A.


PDF  


I fattori di rischio noti per numerose malattie considerate «multifattoriali» o «idiopatiche» non si sovrappongono alla prevalenza della malattia. Tra queste malattie possiamo includere le malattie cardiovascolari e cerebrovascolari, i disturbi vascolari funzionali e numerosi altri disturbi di tipo immunomediato. Numerosi studi hanno collegato lo stato infiammatorio cronico presente in queste malattie alla presenza di un'infezione cronica da Helicobacter pylori. Svariati meccanismi molecolari sono stati ipotizzati per spiegare la sua azione. Molti studi epidemiologici, pur non escludendo una correlazione tra l'infezione e le malattie cardio e cerebrovascolari, sono però falsati da fattori che rendono difficile trarre delle conclusioni. Inoltre, vari studi terapeutici hanno tentato di dimostrare che l'uso degli antibiotici migliorava la prognosi di pazienti affetti da malattie della cute e disordini ematologici, come l'anemia sideropenica e la trombocitopenia autoimmune. A tutt'oggi, nessuno di questi studi ha chiarito completamente gli effetti dell'eradicazione dell'H. pylori sulla progressione clinica di queste malattie.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail