Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2000 June;46(2) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2000 June;46(2):81-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2000 June;46(2):81-6

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Therapy for chronic hepatitis C (Present status)

Rizzetto M.


PDF  


L'interferone (IFN) è l'unico trattamento per l'epatite C cronica finora approvato in tutto il mondo. Sebbene manchi la certezza di un beneficio a lungo termine, le metanalisi hanno fornito dati che sostengono l'ipotesi che questa terapia possa modificare favorevolmente il decorso naturale della malattia. I risultati, tuttavia, sono limitati e sono state sviluppate nuove forme di terapia, complementare o alternativa all'IFN. I tentativi di migliorare i risultati della terapia dell'epatite C cronica con nuovi interferoni, o la manipolazione della monoterapia IFN in modo da ottenere i massimi risultati compatibili con la tolleranza, non hanno fornito risultati migliori dei protocolli classici della monoterapia con alfa-IFN. Un importante e recente progresso terapeutico che supera e migliora i risultati ottenuti con monoterapia con IFN è costituito dall'associazione dell'IFN con ribavirina, (con percentuale di risposta di tre volte, rispetto alla monoterapia IFN). Questa terapia che associa IFN e ribavirina è diventata il trattamento di scelta sia nei pazienti «naive» che nei «relapser»; non è efficace invece nei pazienti che non hanno risposto all'IFN.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail