Home > Riviste > Minerva Gastroenterologica e Dietologica > Fascicoli precedenti > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2000 Marzo;46(1) > Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2000 Marzo;46(1):15-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA GASTROENTEROLOGICA E DIETOLOGICA

Rivista di Gastroenterologia, Nutrizione e Dietetica


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Gastroenterologica e Dietologica 2000 Marzo;46(1):15-8

lingua: Italiano

La ricerca dell'antigene nelle feci può essere proposto come test di prima diagnosi della malattia da Helicobacter pylori

Bosso S., Balbo L., Lerro P., Kuvidi M., Musso A., Ansaldi N.


PDF  


Obiettivo. Sono state proposte numerose tecniche per la diagnosi di infezione da Helicobacter pylori, invasive (istologiche) e non invasive (Urea Breath Test C13, e test sierologici). Recentemente è stato proposto un metodo immunoenzimatico allo scopo di evidenziare l'antigene dell'Helicobacter pylori direttamente nelle feci.
Riportiamo uno studio eseguito al fine di valutare la sensibilità e la specificità di questo test rispetto all'Urea Breath Test C13 e rispetto all'esame istologico, che è considerato gold standard.
I nostri pazienti sono tutti in età pediatrica e si è visto che vi sono molti vantaggi con l'uso di un metodo non invasivo, e che inoltre non richiede la collaborazione del paziente, per la diagnosi della malattia.
Metodi. Il nostro studio comprende 60 pazienti, tutti in età pediatrica. In 34 pazienti è stata diagnosticata un'infezione da Helicobacter pylori mediante l'Urea Breath Test C13, diagnosi in tutti i casi confermata dal referto istologico.
La ricerca dell'antigene fecale è stata eseguita in tutti i 60 pazienti che compongono la casistica con una metodica immunoenzimatica qualitativa ( Premier Platinum HpSA, Meridian Diag.) che utilizza un anticorpo policlonale adsorbito su micropozzetti.
Risultati. Il ritrovamento di Helicobacter pylori nelle feci rivela una sensibilità del 100% ed una specificità del 97%.
Conclusioni. La sensibilità e la specificità, il basso costo, i tempi ristretti per l'esecuzione e la facilità della tecnica, ci permettono di proporre tale metodo come test di prima istanza nella diagnosi di infezione da Helicobacter pylori.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail