Ricerca avanzata

Home > Riviste > European Journal of Physical and Rehabilitation Medicine > Fascicoli precedenti > Europa Medicophysica 2003 Giugno;39(2) > Europa Medicophysica 2003 Giugno;39(2):79-86

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOEUROPEAN JOURNAL OF PHYSICAL AND REHABILITATION MEDICINE

Rivista di Medicina Fisica e Riabilitativa dopo Eventi Patologici


Official Journal of the Italian Society of Physical and Rehabilitation Medicine (SIMFER), European Society of Physical and Rehabilitation Medicine (ESPRM), European Union of Medical Specialists - Physical and Rehabilitation Medicine Section (UEMS-PRM), Mediterranean Forum of Physical and Rehabilitation Medicine (MFPRM), Hellenic Society of Physical and Rehabilitation Medicine (EEFIAP)
In association with International Society of Physical and Rehabilitation Medicine (ISPRM)
Indexed/Abstracted in: CINAHL, Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 2,063

 

Europa Medicophysica 2003 Giugno;39(2):79-86

 ORIGINAL ARTICLES

Rectal probe electroejaculation as a method of treatment for male infertility due to spinal cord injury. A Riyadh Armed Forces Hospital experience

Jadid A., Ashraff A.

Divi­sion of Reha­bil­i­ta­tion Med­i­cine Depart­ment of Neu­ros­ci­ences Riyadh ­Armed ­Forces Hos­pital Riyadh, ­Saudi ­Arabia

L’obiettivo di questo articolo consiste nel fornire una review del metodo e dell’efficacia dell’elettroeiaculazione con sonda rettale, utilizzata per ottenere il liquido seminale dai pazienti affetti da aneiaculazione causata da trauma midollare. Questo studio di tipo prospettico prende in considerazione pazienti di sesso maschile ricoverati per svolgere riabilitazione in seguito a trauma midollare, i quali hanno intenzione di avere figli e/o di conoscere il proprio stato di fertilità. Lo studio è stato condotto presso l’ambulatorio per pazienti esterni e presso l’unità riabilitativa con 26 letti dell’Ospedale militare di Riyadh, Arabia Saudita, un ospedale per la cura di livello terziario. Nel corso dell’anno 1998, un totale di 15 pazienti, con età compresa tra 19 e 50 anni, provenienti dall’unità per la riabilitazione e dall’ambulatorio per pazienti esterni, dopo avere manifestato l’intenzione di avere figli e/o di conoscere il proprio stato di fertilità, si sono sottoposti alla procedura di elettroeiaculazione. Il liquido seminale raccolto per mezzo dell’elettroeiaculazione è stato utilizzato per l’analisi seminale e la fertilizzazione. I 15 pazienti si sono sottoposti alla procedura di elettroeiaculazione mediante sonda rettale. Campioni di liquido seminale di entità sufficiente sono stati raccolti da 13 pazienti con emissione di tipo anterogrado. Due pazienti non sono stati in grado di produrre un’eiaculazione anterograda. Tre pazienti presentavano una lesione a livello cervicale, 10 a livello toracico, e 2 a livello lombare, sia di tipo completo che di tipo incompleto secondo la classificazione dell’Associazione Americana dei Traumi Spinali. Le caratteristiche medie dei pazienti erano le seguenti: l’età media era di 30 anni, il numero di stimoli applicati era pari a 16, la corrente massima erogata era pari a 14,33 volts, il numero di eiaculazioni per paziente era pari a 1,73, il numero di stimoli necessari per ottenere una eiaculazione era pari a 7,61 per ogni paziente, il volume dell’eiaculato era di 1,84 ml, la conta spermatica era pari a 78,46 mil/ml, la motilità era pari al 18,92%, e la percentuale di morfologia normale era del 32,61%. In 3 coppie sposate è stato possibile ottenere una gravidanza normale, in seguito al processo di fertilizzazione in vitro. L’elettroeiaculazione rappresenta una metodica bene accetta per la raccolta del liquido seminale da parte di soggetti di sesso maschile con trauma midollare. Essa è in grado di condurre alla procedura di fertilizzazione assistita, seguita da concepimento e gravidanza normale.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina