Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2017 March;19(1) > Esperienze Dermatologiche 2017 March;19(1):10-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Publication history
Estratti
Per citare questo articolo

ESPERIENZE DERMATOLOGICHE

Rivista di Dermatologia


Journal of Istituto Dermatologico San Gallicano
Official Journal of the Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani - A.D.O.I.
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

ARTICOLO ORIGINALE  


Esperienze Dermatologiche 2017 March;19(1):10-6

DOI: 10.23736/S1128-9155.17.00442-3

Copyright © 2017 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Venti anni di melanoma cutaneo nell’area di Cremona (1995-2014): rilievi epidemiologici

Enrico PEZZAROSSA 1 , Enrico BETRI 2, Gabriele CAPELLI 3

1 Unità Operativa di Dermatologia, ASST Cremona, Cremona, Italia; 2 Unità Operativa di Anatomia Patologica, ASST Cremona, Cremona, Italia; 3 Unità Operativa di Fisica Sanitaria, ASST Cremona, Cremona, Italia


PDF  


OBIETTIVO: Obiettivo del lavoro è stato quello di valutare l’efficacia delle Campagne di Educazione Sanitaria svolte nell’area di Cremona (Italia del nord) alla fine degli anni 90, prendendo come parametro di riferimento l’individuazione di melanomi con prognosi favorevole (spessore sec. Breslow <1 mm).
METODI: Abbiamo condotto uno studio sui melanomi cutanei analizzati presso l’Unità Operativa di Anatomia Patologica del nostro Ospedale dal 1995 al 2014. Si sono presi in considerazione i seguenti parametri: sesso del paziente, sede di localizzazione, spessore istologico del melanoma. Per analizzare i dati statistici abbiamo applicato il calcolo della retta di regressione lineare (legame tra variabile tempo e numero di casi annuali).
RISULTATI: Nel periodo analizzato sono stati individuati 673 melanomi cutanei: donne nel 52,8% e uomini nel 47,2%. Nei primi anni dello studio l’incidenza era bassa (4/5 casi x100.00 abitanti) e si notava una prevalenza dei melanomi con spessore istologico >1 mm. Negli ultimi anni invece l’incidenza si attesta su valori di tipo nord-europeo (14/15 casi x 100.00 abitanti) e si nota maggiore crescita dei melanomi <1 mm (1,3 nuovi casi/anno) contro 0,6 nuovi casi/anno per i melanomi >1 mm. I melanomi sottili sono riscontrati più frequentemente nelle donne.
CONCLUSIONI: Il trend riscontrato nella nostra area di intervento mostra un aumento di incidenza del melanoma cutaneo ed un progressivo aumento dei melanomi sottili. L’aumentato numero di visite di screening osservato in questi 20 anni ha portato al riscontro di un maggior numero di melanomi sottili (<1 mm) contribuendo al miglioramento della prognosi per questa insidiosa neoplasia.


KEY WORDS: Melanoma - Prognosi - Epidemiologia

inizio pagina

Publication History

Fascicolo pubblicato online: 29 giugno 2017
Manoscritto accettato: 9 maggio 2017
Manoscritto ricevuto: 9 gennaio 2017

Per citare questo articolo

Pezzarossa E, Betri E, Capelli G. Venti anni di melanoma cutaneo nell’area di Cremona (1995-2014): rilievi epidemiologici. Esperienze Dermatol 2017;19:10-6. DOI: 10.23736/S1128-9155.17.00442-3

Corresponding author e-mail

enricopez@libero.it