Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2015 Dicembre;17(4) > Esperienze Dermatologiche 2015 Dicembre;17(4):149-55

ULTIMO FASCICOLOESPERIENZE DERMATOLOGICHE

Rivista di Dermatologia


Journal of Istituto Dermatologico San Gallicano
Official Journal of the Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani - A.D.O.I.
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

NOTE DI TERAPIA  


Esperienze Dermatologiche 2015 Dicembre;17(4):149-55

lingua: Italiano

L’attività del Propionibacterium acnes è monitorabile in vivo? La nostra esperienza con due nuove formulazioni a base di argento micronizzato, acido laurico, zinco acetato e acido salicilico

Monfrecola G., Fabbrocini G., Masarà A., Cacciapuoti S.

Unità di Dermatologia, Dipartimento di Medicina Clinica e Chirurgia, Università di Napoli Federico II, Napoli, Italia


PDF  ESTRATTI


OBIETTIVO: Abbiamo condotto uno studio osservazionale che si propone di valutare l’efficacia di una prima associazione terapeutica in crema a base di argento micronizzato, acido laurico e zinco acetato per il volto e di una seconda formulazione in spray per il tronco a base di acido salicilico (1%), acido laurico e zinco acetato.
METODI: Il campione era composto da 30 pazienti affetti da acne lieve e moderata, 15 con interessamento del volto e 15 del dorso. Le valutazioni sono state effettuate all’inizio dello studio (T0), al trentesimo (T1) e al sessantesimo (T2) giorno. Le metodiche utilizzate sono state: valutazione della gravità dell’acne mediante GAGS, valutazione della fluorescenza delle lesioni mediante Visiopor PP34 e valutazione dell’impatto psico-sociale mediante acne radar.
RISULTATI: Il valore medio riscontrato per il GAGS al volto si è ridotto da 22,4 a 12,8, per il GAGS al dorso da 21,1 a 11,5. L’utilizzo della camera Visiopor PP34 al tempo T0 e T2 ha evidenziato che l’intensità e l’estensione della fluorescenza si sono ridotte nel 65% dei casi da alta a media fluorescenza, nel 20% dei casi da alta a bassa e sono rimaste invariate nei restati pazienti. L’acne radar ha evidenziato un netto miglioramento del benessere del paziente.
CONCLUSIONI: Il nostro studio evidenzia la riduzione delle lesioni acneiche confermando l’azione sinergica dei tre attivi dei due prodotti. L’acne radar ha rivelato una riduzione importante della sensazione di bruciore, suggerendo la buona resa e la buona tollerabilità del prodotto.

inizio pagina