Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2015 June;17(2) > Esperienze Dermatologiche 2015 June;17(2):61-2

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ESPERIENZE DERMATOLOGICHE

Rivista di Dermatologia


Journal of Istituto Dermatologico San Gallicano
Official Journal of the Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani - A.D.O.I.
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

CASI CLINICI  


Esperienze Dermatologiche 2015 June;17(2):61-2

Copyright © 2015 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Acido fusidico versus tossina botulinica nel trattamento della cheratolisi punctata: un caso clinico

Miglino B., Tiberio R., Ferri S., Colombo E.

Department of Dermatology, “Maggiore della Carità” Hospital, “A. Avogadro” Piemonte Orientale University, Novara, Italy


PDF  


La cheratolisi punctata è una patologia cronica, acquisita, limitata allo strato corneo plantare, caratterizzata da “pits” multifocali, superficiali, crateriformi e da erosioni superficiali. I pazienti affetti da tale patologia frequentemente lamentano iperidrosi plantare. Riportiamo in questo articolo il caso clinico di un paziente trattato con acido fusidico topico e tossina botulinica. La risposta al trattamento è stata eccellente con tossina botulinica. Il paziente ha ottenuto la guarigione dalla cheratolisi punctata. Concludendo, l’iperidrosi può essere considerata il fattore eziologico più importante per la patologia in esame che non risponde ai trattamenti topici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail