Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2015 Marzo;17(1) > Esperienze Dermatologiche 2015 Marzo;17(1):7-11

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ESPERIENZE DERMATOLOGICHE

Rivista di Dermatologia


Journal of Istituto Dermatologico San Gallicano
Official Journal of the Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani - A.D.O.I.
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Esperienze Dermatologiche 2015 Marzo;17(1):7-11

lingua: Inglese

Una formulazione orale a base di estratti di corteccia di pino e melograno migliora la carnagione

De Schuyteneer A. 1, Hamon I. 1, Rohdewald P. 2

1 Laboratoire Pyc, Aix en Provence, France;
2 Universität Münster, Münster, Germany


PDF  


OBIETTIVO: In seguito all‘assunzione per via orale, un estratto di corteccia di pino marittimo francese si è dimostrato in grado di ridurre il melasma e migliorare l‘elasticità della cute. L‘estratto di melograno inibisce la tirosinasi ed esplica un effetto protettivo nei confronti dei raggi UV. Abbiamo ipotizzato che la combinazione di entrambi gli estratti in un nutricosmetico avrebbe avuto un effetto benefico sulla cute. Obiettivo dello studio è stato quello di valutare l‘effetto di un nutricosmetico sulla carnagione di donne di origine caucasica ed asiatica, così come l’effetto di smacchiamento o sbiancamento cutaneo.
METODI: Allo studio hanno preso parte venti donne di origine caucasica e dieci donne di origine asiatica. La carnagione, il colore della cute e l‘intensità di colore delle macchie cutanee sono stati valutati 28 e 56 giorni dopo l‘assunzione per via orale del nutricosmetico. La formulazione conteneva estratto di corteccia di pino marittimo francese, estratto di melograno e vitamine C e D. La carnagione è stata valutata da una giuria esperta. Il colore cutaneo è stato misurato mediante spettrocolorimetria, mentre l‘intensità delle macchie (chiazze) brune è stata misurata mediante sistemi VISIA.
RISULTATI: Nella popolazione di origine caucasica, gli aspetti di “pelle vellutata e splendente” e “delicatezza della texture cutanea” sono migliorati. Le misurazioni spettrocolorimetriche hanno evidenziato una significativa riduzione del colore giallastro della cute. Nella popolazione di origine asiatica è stata osservata una riduzione “dell’aspetto untuoso della cute”, mentre le misurazioni spettrocolorimetriche hanno mostrato un effetto di schiarimento dopo 56 giorni; è stata inoltre osservata una tendenza verso un effetto di smacchiamento cutaneo.
CONCLUSIONI: Tali risultati supportano l’assunzione del nutricosmetico per migliorare la luminosità della carnagione nelle donne di origine caucasica e asiatica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail