Ricerca avanzata

Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2013 Marzo;15(1) > Esperienze Dermatologiche 2013 Marzo;15(1):17-22

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOESPERIENZE DERMATOLOGICHE

Rivista di Dermatologia


Journal of Istituto Dermatologico San Gallicano
Official Journal of the Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani - A.D.O.I.
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

Esperienze Dermatologiche 2013 Marzo;15(1):17-22

 CASI CLINICI

Ulcere digitali nella sclerodermia sistemica

De Giacomo P. 1, Mazzuca S. 2, Valenti G. 1

1 S.O.C. Dermatologia e Venereologia, Azienda Ospedaliera “Pugliese Ciaccio”, Catanzaro, Italia;
2 S.O.C. Medicina Generale, Azienda Ospedaliera “Pugliese Ciaccio”, Catanzaro, Italia

La sclerodermia sistemica (SSc) è una connettivite la cui patogenesi, ancora non completamente chiarita, poggia classicamente su tre elementi: la vasculopatia, la fibrosi della cute e degli organi interni e l’infiammazione. Le ulcere digitali (UD) sono manifestazioni cutanee che complicano la SSc e sono caratterizzate da perdita di sostanza che può interessare la cute, ma anche il tessuto sottocutaneo. Sono lesioni molto dolorose, comportano notevole disabilità funzionale per le mani dei pazienti, i quali, in molti casi, sono costretti a cambiare o a perdere il lavoro, sono spesso difficili da trattare e, nella maggior parte dei casi, recidivano. Pertanto necessitano di un trattamento il cui approccio deve essere olistico, cioè che tenga conto anche degli aspetti psicosociali e delle cause sottostanti correlate, e richiede provvedimenti sia di carattere generale che farmacologico, oltre che un adeguato trattamento di tipo locale. Gli autori presentano due casi fra i tanti giunti alla loro osservazione e discutono le problematiche inerenti il corretto management delle stesse.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina