Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2012 Settembre;14(3) > Esperienze Dermatologiche 2012 Settembre;14(3):113-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ESPERIENZE DERMATOLOGICHE

Rivista di Dermatologia


Journal of Istituto Dermatologico San Gallicano
Official Journal of the Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani - A.D.O.I.
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

CASI CLINICI  


Esperienze Dermatologiche 2012 Settembre;14(3):113-4

lingua: Italiano

Un caso di larva migrans inizialmente male interpretato

Sama E., Ghetti E., Schianchi S., Calista D., Arcangeli F.

Unità Operativa di Dermatologia, Ospedale “M. Bufalini”, Cesena, Italia


PDF  


La larva migrans cutanea è la più comune dermatosi tropicale. Si presenta come un’eruzione cutanea serpiginosa, intensamente pruriginosa, causata dalla penetrazione delle larve di un nematode che vive nell’intestino di cani, gatti e di altri mammiferi selvatici o domestici. Uova e larve, eliminate attraverso le feci, infettano gli esseri umani in corrispondenza delle sedi cutanee a diretto contatto con il terreno contaminato. Di seguito riportiamo il caso di una bimba senegalese di 5 anni, inviata alla nostra osservazione per la comparsa di una dermatite pruriginosa del tronco e degli arti inferiori. Tali lesioni furono inizialmente riferite ad una dermatite atopica e trattate con cortisonico locale senza alcun beneficio. Solo quando apparvero le caratteristiche figurazioni serpiginose riuscimmo ad inquadrare correttamente la malattia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail