Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2011 Giugno;13(2) > Esperienze Dermatologiche 2011 Giugno;13(2):69-73

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ESPERIENZE DERMATOLOGICHE

Rivista di Dermatologia


Journal of Istituto Dermatologico San Gallicano
Official Journal of the Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani - A.D.O.I.
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

CASI CLINICI  


Esperienze Dermatologiche 2011 Giugno;13(2):69-73

lingua: Italiano

Un caso di fascite nodulare del volto con revisione della letteratura

Cervadoro E. 1, Ubiglia S. 1, Ricciuti F. 1, Tognetti A. 2, Guidetti F. 3

1 I S.O.D. di Dermatologia Chirurgica, Fisioterapia Dermatologica e Follow-up Ustioni, Pisa, Italia
2 Unità Operativa di Anatomia e Istologia Patologica 2, Pisa, Italia
3 Unità Operativa di Chirurgia Maxillofacciale, Pisa, Italia


PDF  


La fascite nodulare è una patologia non oncologica rara, poco studiata, spesso misconosciuta. L’eziologia era tradizionalmente considerata traumatica, ma attualmente ciò appare confutato dalla letteratura più moderna. Istologicamente la fascite nodulare è caratterizzata dalla rapida e caotica crescita di tessuto a prevalente componente stromale. Si descrivono due sottotipi di fascite nodulare: il primo è superficiale, iperintenso e con basso enhancement alla risonanza magnetica; l’altro è più profondo, isointenso e con enhancement disomogeneo. Queste differenze sembrano essere correlate a due differenti profili prognostici. La presente review sottolinea alcuni recenti sviluppi nella diagnosi genetica e molecolare e si prefigge di suggerire agli specialisti di differenti discipline di considerare nella diagnosi differenziale di masse espansive aderenti alla fascia del distretto testacollo anche la fascite nodulare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail