Ricerca avanzata

Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2010 Dicembre;12(4) > Esperienze Dermatologiche 2010 Dicembre;12(4):197-200

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOESPERIENZE DERMATOLOGICHE

Rivista di Dermatologia


Journal of Istituto Dermatologico San Gallicano
Official Journal of the Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani - A.D.O.I.
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

Esperienze Dermatologiche 2010 Dicembre;12(4):197-200

 CASI CLINICI

Leucodermia chimica: descrizione di 4 casi clinici

Vozza A., Piccolo V., Di Girolamo F., Vozza G.

Seconda Università di Napoli, Facoltà di Medicina e Chirurgia, Cattedra di Dermatologia e Venereologia, Polo di Caserta, Caserta, Italia

La leucodermia chimica è una forma di depigmentazione cutanea, che mima la vitiligine, associata all’esposizione cronica ad agenti chimici specifici, derivati catecolici e fenolici. La patogenesi sembra dovuta ad un’azione melanocitotossica degli stessi, tramite l’attivazione di una proteina di membrana, responsabile indiretta del danno ossidativo melanocitario. Riportiamo quattro casi clinici, giunti di recente alla nostra osservazione, due dei quali sono associati al contatto con agenti presenti in oggetti di uso quotidiano e due da esposizione professionale.

lingua: Inglese, Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina