Ricerca avanzata

Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Archivio > Esperienze Dermatologiche 2010 Settembre;12(3) > Esperienze Dermatologiche 2010 Settembre;12(3):173-6

ULTIMO FASCICOLO   ARCHIVIO   EPUB AHEAD OF PRINT   I PIÙ LETTI

Esperienze Dermatologiche 2010 Settembre;12(3):173-6

 

    NOTA DI TERAPIA

Terapia fotodinamica nel morbo di Paget extramammario

Burtica C., Misciali C., Baraldi C., Fanti P. A., Benini C.

Sezione di Dermatologia e Venereologia, Dipartimento di Medicina Interna, dell’Invecchiamento e Malattie Nefrologiche, Bologna, Italia

Il morbo di Paget extramammario è un raro adenocarcinoma apocrino intraepidermico che in genere si localizza nelle aree ricche di ghiandole apocrine quali vulva, genitali maschili, regione perianale e ascelle. Nella maggior parte dei casi si tratta di tumori primitivi che insorgono come adenocarcinomi intraepidermici in situ che, con il tempo, possono anche diventare invasivi. L’escissione chirurgica radicale è il primo trattamento per il morbo di Paget extramammario primitivo. Nei casi non operabili si procede a terapia radiante, elettrodissecazione e curettage, criochirurgia, 5-fluorouracile topico, laser CO2. Recentemente è stato proposto, in casi selezionati, il trattamento con la terapia fotodinamica, che ha come scopo la distruzione selettiva, mediante la luce, di cellule che abbiano accumulato una sostanza fotosensibilizzante (acido delta-aminolevulinico, acido metil-aminolevulinico).

lingua: Inglese, Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina