Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2009 Settembre;11(3) > Esperienze Dermatologiche 2009 Settembre;11(3):123-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

ESPERIENZE DERMATOLOGICHE

Rivista di Dermatologia


Journal of Istituto Dermatologico San Gallicano
Official Journal of the Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani - A.D.O.I.
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

CASI CLINICI  


Esperienze Dermatologiche 2009 Settembre;11(3):123-6

lingua: Inglese, Italiano

Leiomiosarcoma primitivo della cute

Calista D. 1, Nuzzo F. 2, Arcangeli F. 1

1 Dipartimento di Dermatologia, Ospedale M. Bufalini, Cesena, Forlì-Cesena
2 Dipartimento di Anatomia Patologica, Ospedale M. Bufalini, Cesena, Forlì-Cesena


PDF  


I leiomiosarcomi sono rare neoplasie dei tessuti molli caratterizzate da un’elevata tendenza infiltrativa e da un alto rischio di recidiva. I due terzi dei leiomiosarcomi si localizzano nello spazio retroperitoneale e il restante terzo origina fra derma e ipoderma, rispettivamente dai muscoli erettori degli annessi piliferi e dalla tunica intima dei vasi. I leiomiosarcomi primitivi della cute colpiscono prevalentemente soggetti di sesso maschile fra la V e la VII decade di vita e presentano un aspetto clinico del tutto aspecifico, caratterizzato da una papula, una placca o un nodulo duro, non dolente e solitario. Data la difficoltà della diagnosi clinica solo l’esame istologico consente di formulare un corretto inquadramento nosologico. Al microscopio, al di sotto di una “grenz zone” sormontata da un epitelio integro, appare una massa poco delimitata, composta da cellule fusate organizzate in fasci ortogonali, che occupa il derma e l’ipoderma. Le cellule hanno nuclei allungati “a sigaro” e citoplasma eosinofilo; talora è apprezzabile un alone citoplasmatico perinucleare. Le figure mitotiche sono frequenti. Il profilo immunoistochimico mostra positività per gli anticorpi antimuscolo liscio, mentre gli anticorpi anti desmina e vimentina danno luogo a risposte aspecifiche. La diagnosi differenziale si pone nei confronti del dermatofibrosarcoma protuberans, dell’istiocitoma fibroso maligno, del leiomioma e del fibrosarcoma. La tendenza a metastatizzare è direttamente proporzionale al volume della neoplasia. In questo articolo è presentato il caso di un paziente di 77 anni affetto da leiomiosarcoma primitivo della cute della coscia sinistra.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail