Ricerca avanzata

Home > Riviste > Esperienze Dermatologiche > Fascicoli precedenti > Esperienze Dermatologiche 2009 Settembre;11(3) > Esperienze Dermatologiche 2009 Settembre;11(3):107-11

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI

ULTIMO FASCICOLOESPERIENZE DERMATOLOGICHE

Rivista di Dermatologia


Journal of Istituto Dermatologico San Gallicano
Official Journal of the Associazione Dermatologi Ospedalieri Italiani - A.D.O.I.
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

Esperienze Dermatologiche 2009 Settembre;11(3):107-11

 CASI CLINICI

Contaminazione di ulcere cutanee da larve di mosca: report di tre casi verificatisi nell’Unità Operativa di Chirurgia plastica dell’Ospedale di Parma, nel 2008

Quarta L., Grignaffini E., Caleffi E.

Unità Operativa di Chirurgia Plastica e Centro Grandi Ustionati dell’Azienda Ospedaliera, Parma

La contaminazione di ulcere cutanee (miasi) da parte di larve di mosca avviene soprattutto per contatto diretto ed è più frequentemente determinata dalle larve della Diptera cyclorrhapha delle famiglie delle Oestridae, Sarcophagidae e Calliphoridae, con meccanismo di parassitismo obbligato o accidentale, che si nutrono di tessuti vivi o morti dell’ospite per un periodo variabile di tempo. Il mancato conseguimento e mantenimento di buoni standard di igiene, a causa della scarsa educazione sanitaria e delle scarse condizioni socio-economiche, rappresenta la causa principale della contaminazione. L’età è un altro fattore significativamente correlato alla contaminazione, poiché l’incidenza di questa aumenta proporzionalmente con l’età. Tutti e tre i casi illustrati in questo articolo sono caratterizzati dalla contaminazione, da parte di larve, di ulcere cutanee lasciate scoperte e non medicate in maniera appropriata.

lingua: Inglese, Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina