Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2013 October;148(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2013 October;148(5):465-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2013 October;148(5):465-9

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Anestetici topici per procedure di dermatologia estetica

Carbone A., Marciani D., Piemonte P., Frascione P.

Istituto San Gallicano, UOSD Prevenzione e Promozione della Salute in Dermatologia, IFO, Rome, Italy


PDF  


Obiettivo. L’obiettivo del nostro studio è valutare l’effetto vasocostrittore dei due anestetici topici più utilizzati, il primo contenente una miscela di lidocaina al 2,5% e prilocaina al 2,5%, e il secondo contenente lidocaina liposomiale al 4%, nel trattamento di lesioni vascolari durante procedure di dermatologia estetica.
Metodi. Dieci volontari sani sono stati arruolati nel nostro reparto. Evidenziavano teleangectasie, di misura compresa tra 0,5 e 1 millimetro di diametro sul viso e gli arti. Cinque volontari sono stati randomizzati per ricevere lidocaina liposomiale topica al 4% e cinque per ricevere lidocaina al 2,5% e prilocaina al 2,5%. In tutte le aree trattate, la lidocaina liposomiale al 4% è stata lasciata per almeno 30 minuti e lidocaina al 2,5% e prilocaina al 2,5% per almeno 60 minuti.
Risultati. Clinicamente, i volontari che hanno ricevuto lidocaina liposomiale al 4% hanno mostrato una minima differenza tra l’effetto vasocostrittore prima e dopo il trattamento, mentre gli altri, che hanno ricevuto lidocaina al 2,5% e prilocaina al 2,5%, hanno evidenziato un effetto vasocostrittore importante. Inoltre, la crema di lidocaina liposomiale al 4% ha il vantaggio di un effetto anestetico dopo 30 minuti, rispetto ai 60 minuti della crema alla lidocaina al 2,5% e prilocaina al 2,5%.
Conclusioni. Questo studio dimostra che la lidocaina liposomiale al 4% ha un effetto vasocostrittore relativamente minore rispetto agli altri anestetici e dimostra come questo tipo di anestetico consenta una chiara visione della lesione durante le procedure dermatologiche. Inoltre, questa crema ottiene un effetto anestetico in 30 minuti, anziché i 60 necessari per l’altra crema e ciò rende la prima più adatta per le procedure di dermatologia estetica e di emergenza.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

annacarbone.derma@gmail.com