Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2013 Ottobre;148(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2013 Ottobre;148(5):453-63

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2013 Ottobre;148(5):453-63

lingua: Inglese

Spettro delle patologie cutanee nei pazienti affetti da neoplasie ematologiche, con o senza trapianto allogenico di midollo: studio osservazionale in 101 pazienti

Quaglino P. 1, Nardò T. 1, Fierro M. T. 1, Massaia M. 2, Orsucci L. 3, Fava P. 1, Marenco F. 1, Marra E. 1, Savoia P. 1, Vitolo U. 3, Boccadoro M. 2, Bernengo M. G. 1

1 Department of Medical Sciences Dermatologic Division, University of Turin, Turin, Italy;
2 Hematologic Department University of Turin, Turin, Italy;
3 Hematologic Division San Giovanni Battista Hospital, Turin, Italy


PDF  


Obiettivo. Determinare la varietà di lesioni cutanee osservabili nei pazienti onco-ematologici che vengono inviati ad un controllo dermatologico e determinare l’influenza della malattia di base (in termini di tipo e durata della malattia, eventuale remissione, chemioterapia, trapianto) sulle manifestazioni cutanee.
Metodi. In questo studio prospettico osservazionale sono stati inclusi tutti i pazienti con patologie onco-ematologiche inviati per una visita dermatologica in un periodo di tempo di 2 anni.
Risultati. Nei 101 pazienti analizzati, le patologie più rappresentate sono state infezioni (19,8%), reazioni avverse a farmaci (16,8%) e neoplasie maligne (11,9%). I tumori cutanei sono risultati più frequenti nei pazienti anziani ed in quelli con malattia di lunga durata. Il più diagnosticato è stato l’epitelioma spinocellulare; tre sono stati i casi di melanoma. Cinque pazienti presentavano un interessamento cutaneo della malattia ematologica di base. Psoriasi ed eczema sono state osservate in una minoranza dei pazienti. Nei soggetti trapiantati non si è riscontrata una maggiore percentuale di infezioni né di tumori cutanei.
Conclusioni. Rispetto ai pazienti che accedono ad una visita dermatologica generica, i pazienti onco-ematologici sono caratterizzati da una maggiore incidenza di reazioni avverse a farmaci, spesso con aspetti clinici peculiari e da una minor frequenza delle dermatosi croniche più comuni. Le dermatosi infettive sono meno frequenti rispetto ai pazienti con trapianto di organo solido. La complessa varietà di lesioni cutanee che si possono riscontrare in questi pazienti, la difficoltà nella diagnosi differenziale e la rilevanza prognostica della diagnosi precoce dei tumori cutanei sottolineano la rilevanza di un corretto approccio dermatologico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

pietro.quaglino@unito.it