Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2012 Aprile;147(2) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2012 Aprile;147(2):149-59

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse

Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0392-0488

Online ISSN 1827-1820

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2012 Aprile;147(2):149-59

DERMATOSCOPIA 

Criteri dermatoscopici e lesioni melanocitiche

Roldán-Marín R. 1, Puig S. 1, 2, 3, Malvehy J. 1, 2, 3

1 Diagnosis Dermatologica, Barcelona, Spain;
2 Melanoma Unit, Dermatology Department, Barcelona Clinic Hospital, Barcelona, Spain:
3 CIBER of Rare Diseases, Carlos III Health Institute, Barcelona, Spain

La dermatoscopia è un metodo in vivo, non invasivo, per la diagnosi precoce del melanoma maligno e la diagnosi differenziale di lesioni pigmentate della cute. Permettendo la visualizzazione di strutture pigmentate sub-macroscopiche, correlate a specifiche strutture istopatologiche soggiacenti, la dermatoscopia fornisce ai medici uno strumento più potente rispetto all’esame a occhio nudo, al fine di determinare il bisogno di asportare una lesione. Il presente articolo passa in rassegna i princìpi della dermatoscopia, i più comuni pattern dermatoscopici associati a nevi e melanomi e i fattori che influenzano il pattern del nevo in un dato individuo.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina