Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2011 August;146(4) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2011 August;146(4):273-81

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2011 August;146(4):273-81

lingua: Inglese

Eventi avversi in corso di terapie biologiche per psoriasi e artrite psoriasica: casistica clinica e revisione della letteratura

Montesu M. A., Addis G. M., Satta R., Cottoni F.

Department of Dermatology, University of Sassari, Sassari, Italy


PDF  


Obiettivo. La psoriasi è una malattia infiammatoria cutanea cronica, cellulo-mediata, istologicamente caratterizzata da iperplasia epidermica, anomala differenziazione dei cheratinociti, angiogenesi e da un infiltrato di cellule infiammatorie. La psoriasi determina un significativo impatto negativo sulla qualità della vita ed è spesso associata a grave disabilità psicologica. L’utilizzo dei farmaci biologici ha permesso di ampliare la scelta terapeutica per molte malattie infiammatorie croniche, compresa la psoriasi. L’EMEA ha approvato l’utilizzo di Efalizumab, Etanercept, Infliximab e Adalimumab, nella terapia della psoriasi sulla base dei risultati positivi ottenuti in numerosi trials clinici, ma successivamente ha sospeso l’uso dell’Efalizumab in quanto i benefici non compensavano i possibili rischi del suo utilizzo.
Metodi. Sono stati studiati 54 pazienti trattati con farmaci biologici: Efalizumab e anti-TNF-α. La scelta della terapia biologica era condizionata dalla severità della patologia e dalla presenza di patologie associate.
Risultati. Diciannove pazienti hanno presentato reazioni avverse, ma di questi solo nove (sei trattati con Efalizumab e tre con anti-TNF-α) hanno interrotto la terapia.
Conclusioni. In questo articolo riportiamo gli eventi avversi verificatisi nei pazienti della nostra casistica trattati con farmaci biologici ed inoltre una revisione della letteratura relativa agli eventi avversi in corso di terapie biologiche in pazienti con psoriasi. Sulla base della nostra esperienza e da quanto riportato in letteratura, riteniamo sia indispensabile una continua monitorizzazione dei pazienti durante le terapie biologiche, per avere la possibilità di prevenire o gestire il più precocemente possibile eventuali eventi avversi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

mmontesu@uniss.it