Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2011 June;146(3) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2011 June;146(3):191-5

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2011 June;146(3):191-5

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Supplementazione orale con un nutriceutico contenente Echinacea, metionina e sostanze antiossidanti/ immunostimolanti in pazienti con verruche virali cutanee

Cassano N. 1, Ferrari A. 2, Fai D. 3, Pettinato M. 4, Pellè S. 3, Del Brocco L. 2, Ligori P. 3, Romano I. 3, Curia S. 2, Carbonara M. 5, Vena G. A. 1

1 Second Dermatology Clinic, University of Bari, Bari, Italy:
2 Associazione Dermatologi Magna Grecia,ADMG, Italy;
3 ADMG, Sezione Puglia, Italy;
4 Associazione Dermatologi Ionici, ADI, Italy;
5 Biostatistician, Private Practitioner, Bari, Italy


PDF  


Obiettivo. Obiettivo del presente studio è stato quello di determinare l’effetto della supplementazione orale (SO) con un nutriceutico, contenente metionina, Echinacea, zinco, probiotici ed altre sostanze con proprietà antiossidanti e/o immunostimolanti, nella risposta delle verruche cutanee alla terapia standard convenzionale (TSC).
Metodi. Allo scopo è stato condotto uno studio in aperto in adulti e adolescenti di almeno 14 anni di età e con peso corporeo minimo di 40 kg, che presentavano almeno una verruca (volgare o piana). I pazienti eleggibili sono stati trattati con TSC (terapia topica con un preparato a base di acido salicilico ed acido lattico oppure crioterapia con azoto liquido) in monoterapia o in combinazione a SO con il nutriceutico per 4 mesi.
Risultati. Sono stati arruolati 172 pazienti: 83 hanno ricevuto TSC da sola e 89 TSC+SO. Durante il periodo di osservazione di 6 mesi, si è osservata una riduzione statisticamente significativa del numero medio di verruche in ciascun gruppo e sottogruppo. L’aggiunta della SO si associava ad un numero significativamente inferiore di verruche al mese 6 rispetto alla TSC in monoterapia. Si è ottenuta la remissione completa nel 54,5% dei casi trattati con TSC e nell’86% dei pazienti del gruppo TSC+SO (P<0,001). L’influenza del nutriceutico appariva più pronunciata nel gruppo di pazienti trattati con la terapia topica. Lo sviluppo di nuove verruche durante il periodo di osservazione si verificava meno frequentemente con la TSC+SO rispetto alla sola TSC (9% versus 25%; P=0,004). Non si sono osservati eventi avversi potenzialmente correlabili all’uso del nutriceutico.
Conclusione. Questa esperienza pilota sembra suggerire che la SO con il nutriceutico in oggetto è ben tollerata ed utile nei pazienti con verruche cutanee, potendo potenziare la risposta delle verruche alla TSC.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

g.vena@dermatologia.uniba.it