Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 August;144(4) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 August;144(4):495-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

NOTE DI TERAPIA  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 August;144(4):495-9

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Rituximab nelle malattie dermatologiche

Troiano M., Lotti T.

Second Dermatologic Clinic, University of Florence, Florence, Italy


PDF  


Il Rituximab (RTX) è un anticorpo monoclonale chimerico comunemente impiegato nel trattamento del linfoma non-Hodgkin che ha come target d’azione la proteina transmembrana CD20 espressa sulla superficie dei linfociti B. Più recentemente, l’impiego off-label del RTX è stato proposto nel trattamento di severe malattie cutanee autoimmuni quali il pemfigo paraneoplastico, il pemfigo volgare, il pemfigo foliaceo, il pemfigoide delle mucose, il pemfigoide bolloso, l’epidermolisi bollosa acquisita, il lupus eritematoso sistemico e la dermatomiosite; affezioni normalmente trattate mediante l’impiego di alte dosi di corticosteroidi ed immunosoppressori, che possono, tuttavia, aumentare notevolmente il rischio di sviluppo di eventi avversi severi. A tal proposito, sempre più nuove strategie terapeutiche si rendono necessarie nel trattamento di questi pazienti. Il nostro intento in questo lavoro è quello fornire al lettore una panoramica dei più recenti studi riguardanti l’impiego di tale farmaco.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail