Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 Agosto;144(4) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 Agosto;144(4):445-52

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

  OPTIMIZING MANAGEMENT ON NON-MELANOMA SKIN CANCERS


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 Agosto;144(4):445-52

lingua: Inglese

Le opzioni attualmente disponibili nel trattamento della cheratosi attinica

Larkö O.

Department of Dermatology, Sahlgrenska University Hospital University of Gothenburg, Gothenburg, Sweden


PDF  


La cheratosi attinica costituisce un precursore del carcinoma a cellule squamose della cute. Pertanto, il suo trattamento è fondamentale. Per le singole cheratosi attiniche è raccomandata la crio-chirurgia. Nei casi di cheratosi attiniche disseminate, si dovrebbero utilizzare l’imiquimod, la terapia fotodinamica (photodynamic therapy, PDT), oppure il 5-FU. Sono da preferirsi i trattamenti “one-shot”, poichè il trattamento prolungato per diverse settimane verosimilmente diminuisce la compliance del paziente alla terapia. Di conseguenza, la crio-chirurgia nei casi di cheratosi attinica isolata e la PDT nei casi di cheratosi attinica disseminata dovrebbero essere i trattamenti di scelta raccomandati.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail