Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 August;144(4) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 August;144(4):351-62

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

  PEMPHIGUS AND PEMPHIGOID UPDATE IN 2009


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 August;144(4):351-62

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Opzioni terapeutiche per il pemfigo

Bystryn J. C., Habib N.

The Ronald O. Perelman Department of Dermatology, The New York University School of Medicine, New York, NY, USA


PDF  


La terapia del pemfigo rappresenta uno dei miracoli della medicina moderna, avendo trasformato una patologia quasi invariabilmente fatale in una di quelle per le quali la mortalità è attualmente pari a circa il 5%. Tuttavia, restano delle sfide importanti quali l’ulteriore riduzione della mortalità e la riduzione degli effetti collaterali legati ai potenti farmaci utilizzati per il trattamento di questa malattia. La pietra miliare del trattamento resta l’utilizzo degli steroidi per via sistemica. Il ruolo degli adiuvanti, come i farmaci immunosoppressori e anti-infiammatori, che consentono di risparmiare l’utilizzo degli steroidi, resta ancora indefinito, dal momento che vi sono pochi studi clinici randomizzati che hanno avuto quale obiettivo la dimostrazione obiettiva della loro efficacia. Più recentemente sono stati introdotti farmaci ad azione biologica quali le IVig e il rifuximab, le prime per accelerare il controllo della malattia attiva che non risponde al trattamento convenzionale, il secondo per aumentare la percentuale di pazienti nei quali può essere indotta una remissione clinica completa.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail