Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 June;144(3) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 June;144(3):297-311

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

REVIEW  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 June;144(3):297-311

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Documento del gruppo Italiano di ricerca sulla orticaria

Pigatto P. D. 1, Marsili C. B. 1, Ayala F. 2, Depità O. 3, Gelmetti C. 4, Giannetti A. 5, Girolomoni G. 6, Vena G. A. 7, Cassano N. 7, Ayala F. 8

1 Department for Health Technologies IRCCS R. Galeazzi Hospital, Milan, Italy 2 Unit of Dermatology, Department of Systemic Pathology Federico II University, Naples, Italy 3 Immunology and Allergology Laboratory IDI-IRCCS, Rome, Italy 4 Dermatological Sciences Institute Policlinic Mangiagalli e Regina Elena, Milan, Italy 5 Department of Dermatology University of Modena and Reggio Emilia, Modena, Italy 6 Unit of Dermatology Department of Biomedical Sciences and Surgery University of Verona, Verona, Italy 7 Second Dermatological Clinic MIDIM, University of Bari, Bari, Italy 8 National Cancer Institute “G. Pascale”, Naples, Italy


PDF  


Il gruppo di ricerca italiano sulla orticaria ha elaborato un documento incentrato sulla definizione e la classificazione dell’orticaria, tenendo conto dei recenti progressi nella individuazione delle cause, dei fattori scatenanti e del meccanismo patogenetico di questa malattia. Data l’evidenza del fatto che l’orticaria ha un profondo impatto sulla qualità della vita dei pazienti, è necessario disporre di trattamenti efficaci. Pertanto, sulla base della recente letteratura, sono state valutate le specifiche alternative terapeutiche nella gestione dell’orticaria. Gli antistaminici non-sedativi sono raccomandati come prima linea di trattamento. Essi si sono dimostrati efficaci in diversi studi randomizzati in doppio cieco. In alcuni casi possono essere necessari dosaggi più elevati rispetto a quelli raccomandati. Tuttavia, terapie complementari o alternative possono essere somministrate nelle varie forme di orticaria e aggiustate in base al corso della malattia e alla risposta individuale al trattamento. Farmaci immunosoppressori come i corticosteroidi non sono raccomandati per il trattamento a lungo termine, a causa di inevitabili e gravi effetti avversi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail