Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 April;144(2) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 April;144(2):173-85

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

  WHAT’S NEW IN 2009


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2009 April;144(2):173-85

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Risposte immunitarie innate e adattative nella dermatite da contatto: analogia con le infezioni

Freudenberg M. A. 1, Esser P. R. 2, Jakob T. 2, Galanos C. 1, Martin S. F. 2

1 Max-Planck-Institute for Immunobiology, Freiburg, Germany 2 Allergy Research Group, Department of Dermatology University Medical Center, Freiburg, Germany


PDF  


La dermatite allergica da contatto (ACD) è una patologia della cute di natura infiammatoria di grande interesse ed in costante aumento essendo un problema di salute occupazionale. Questa malattia è indotta da agenti chimici e ioni metallici che penetrano nella cute e formano complessi con proteine dell’ospite. Questo processo è accompagnato da una forte reazione infiammatoria allergene-indotta e determina la migrazione di cellule dendritiche (DC) portatrici dell’antigene dalla cute ai linfonodi regionali, dove promuovono la generazione di cellule T allergene-specifiche. Queste ultime sono le cellule fondamentali nel generare la patologia. La ri-esposizione all’agente causale determina il reclutamento delle cellule T effettrici, che a loro volta provocano la tipica reazione infiammatoria cutanea a livello del sito di contatto. Sebbene DC e le cellule T effettrici rivestino un ruolo fondamentale nella fase di sensibilizzazione e nella fase di sviluppo della ACD, rispettivamente, altri tipi cellulari tra cui i cheratinociti, le cellule NK, le mast-cellule e le cellule B contribuiscono alla patogenesi della patologia. In questa revisione dei dati della Letteratura, gli Autori riassumono le recenti acquisizioni riguardanti le risposte allo stress e le risposte immunitarie innate scatenate dagli allergeni di contatto e forniscono una rassegna dei dati recenti che riguardano la risposta adattativa delle cellule T. Questi nuovi dati sono stati raccolti soprattutto da studi condotti sull’ipersensibilità da contatto (CHS), il corrispondente modello sperimentale murino della ACD umana. La spiegazione degli eventi molecolari coinvolti nelle risposte innate indotte dagli allergeni di contatto aiuteranno a disegnare nuove strategie di trattamento e permetteranno di sviluppare delle analisi in vitro predittive per l’identificazione degli allergeni da contatto.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail