Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 Giugno;143(3) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 Giugno;143(3):181-5

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 Giugno;143(3):181-5

 ARTICOLI ORIGINALI

Sarcoidosi cutanea in Tunisia

Khaled A. 1, Souissi A. 1, Zeglaoui F. 1, Mokhtar I. 2, Ezzine N. 1, Fazaa B. 1, Kamoun M. R. 1

1 Department of Dermatology Charles Nicolle Hospital, Tunis, Tunisia
2 Department of Dermatology Habib Thameur Hospital, Tunis, Tunisia

Obiettivo. La sarcoidosi è una patologia multisistemica ad eziologia ignota, caratterizzata da infiltrazione granulomatosa. Dal momento che gli aspetti clinici variano molto tra i pazienti appartenenti a differenti gruppi etnici o che vivono in diverse aree geografiche, le descrizioni dei casi locali rivestono un grande interesse. L’obiettivo di questo studio è stato quello di fare un inventario delle presentazioni cliniche della sarcoidosi cutanea in Tunisia.
Metodi. Questo studio è stato eseguito in una struttura ospedaliera universitaria dotata di reparti di degenza e di ambulatori. Gli autori hanno rivisto retrospettivamente le cartelle cliniche di tutti i pazienti ai quali era stata diagnosticata la sarcoidosi negli ultimi 32 anni presso il Dermatological Departement of Charles Nicolle teaching Hospital, a Tunisi.
Risultati. La diagnosi di sarcoidosi ha riguardato 108 pazienti (25 di sesso maschile, 93 di sesso femminile). L’età media alla presentazione della malattia era di 39,5 anni. La forma pediatrica della sarcoidosi ha riguardato il 14,4% dei casi. Il coinvolgimento cutaneo era dominato da lesioni micronodulari. In 28 pazienti su 93 (30,1%) erano presenti anormalità radiologiche del torace. La maggior parte di essi erano in stadio 1 o 2 di malattia. In 15 pazienti (12,7%) era presente linfoadenopatia periferica. Altri organi coinvolti: occhi (15 casi), apparato scheletrico (12 casi), articolazioni (5 casi), apparato gastrointestinale (5 casi), vie aeree superiori (5 casi), fegato (4 casi), rene (1 caso), muscoli (1 caso). Il coinvolgimento sistemico è stato evidenziato nell’88% dei pazienti con lupus pernio. Le modalità di trattamento hanno compreso la somministrazione per via topica e per via orale di corticosteroidi, idrossiclorochina, allopurinolo e l’asportazione chirurgica, con risultati variabili.
Conclusioni. I dati emersi da questo studio suggeriscono che nei pazienti tunisini la sarcoidosi si manifesta con un’ampia gamma di lesioni cutanee e che il coinvolgimento extracutaneo non è raro. Caratteristiche clinico-epidemiologiche importanti sono la chiara predominanza nel sesso femminile, l’elevata frequenza dei casi pediatrici e la predominanza delle lesioni cutanee micronodulari.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina