Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 Giugno;143(3) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 Giugno;143(3):169-73

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 Giugno;143(3):169-73

 ARTICOLI ORIGINALI

Collagene di tipo IV, laminina, fibronectina, vitronectina. Studio comparativo di un carcinoma basocellulare. Rapporto tra l’espressione delle molecole della membrana basale e il potenziale invasivo

Marasà L. 1, Marasà S. 2, Sciancalepore G. 2

1 Anatomical Pathology Unit ARNAS Civico - G. Di Cristina - M. Ascoli, Palermo, Italy
2 Department of Anatomical Pathology Polyclinic University P. Giaccone, Palermo, Italy

Obiettivo. Il carcinoma basocellulare è una neoplasia che ha origine dalle cellule dello strato basale dell’epidermide e dall’epitelio degli annessi; è strettamente correlato a una componente stromale che svolge un ruolo di rilievo nell’evoluzione del tumore. Tale neoplasia insorge solitamente su sedi fotoesposte, raramente metastatizza; spesso presenta invasione locale e recidiva. Questo articolo si focalizza sullo studio delle alterazioni delle componenti estrinseche e intrinseche della membrana basale e delle modificazioni dello stroma dermico utili alla valutazione prognostica.
Metodi. Sono state studiate, attraverso l’utilizzo di tecniche immunoistochimiche, la distribuzione di componenti intrinseche, laminina e collagene IV, e di componenti estrinseche, fibronectina e vitronectina, della membrana basale epidermica in 20 casi di neoplasia primaria recidivata e in 20 casi di neoplasia non recidivata.
Risultati. Le indagini immunoistochimiche hanno evidenziato una positività continua del collagene IV e della laminina nel 62,5% dei casi intorno ai nidi neoplastici con disposizione “a palizzata”, mentre la positività è risultata fortemente discontinua nell’85% dei casi attorno agli isolotti del carcinoma basocellulare micronodulare nei casi con palizzate indistinte. Maggior valore predittivo sembrano avere la fibronectina e la vitronectina. L’espressività della prima risulta incrementata nello stroma peritumorale nell’80% dei casi con recidiva; la vitronectina diminuisce, invece, nello stroma peritumorale nel 95% dei carcinomi basocellulari recidivanti.
Conclusioni. L’evidenza di una correlazione tra l’interruzione della membrana basale e la recidiva tumorale consente di ottenere parametri ausiliari ai fattori prognostici del carcinoma basocellulare già noti, dimostrando che le alterazioni strutturali e quantitative di queste componenti possono essere d’ausilio nella valutazione prognostica.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina