Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 Febbraio;143(1) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 Febbraio;143(1):83-5

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse

Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0392-0488

Online ISSN 1827-1820

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 Febbraio;143(1):83-5

 CASI CLINICI

Proctite linfogranulomatosa: il primo caso italiano

Cusini M. 1, Boneschi V. 1, Tanzi C. 1, Girgenti V. 1, De Vries H. 2, Alessi E. 1

1 Institute of Dermatological Sciences Mangiagalli Regina Elena Policlinic Foundation, Milan, Italy
2 Municipal Health Service, Amsterdam, Netherlands

Il linfogranuloma venereo (LGV) è un’infezione che si trasmette sessualmente, endemica nei paesi dell’Africa centrale, nel Sud Est asiatico e in alcuni paesi del centro e sud America. In Italia, negli ultimi anni, sono stati riscontrati casi sporadici di LGV, sempre di importazione.
L’agente eziologico del LGV è la Chlamydia trachomatis sierotipi L1, L2, L3, che si differenziano per il diverso comportamento patogenetico.
Le manifestazioni cliniche del LGV sono caratterizzate da tre fasi subentranti con la comparsa iniziale di una piccola lesione papulo-erosiva nella sede di inoculo, seguita da adenopatia monolaterale locoregionale, ed eventuale ostruzione linfatica, fino a un quadro di elefantiasi dei distretti interessati.
Nel corso del 2004 è stata descritta una variante clinica del LGV ano-rettale costituita da proctite erosiva che interessa maschi omosessuali di razza bianca, HIV positivi, non provenienti da aree endemiche. La malattia si sta diffondendo in alcuni paesi dell’Europa Occidentale e degli USA e finora è stata spesso malinterpretata come malattia infiammatoria intestinale cronica.
Questo articolo descrive un caso di proctite da CT sierotipo L2, che rappresenta, a conoscenza degli Autori, il primo caso italiano con caratteristiche cliniche del tutto sovrapponibili ai casi della letteratura.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina