Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 Febbraio;143(1) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 Febbraio;143(1):71-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

REVIEW  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2008 Febbraio;143(1):71-8

lingua: Inglese

Implementazione di programmi di prevenzione basati sull’evidenza per prevenire le malattie cutanee occupazionali in differenti professioni

Flyvholm M.-A., Frydendall Jepsen K.

National Research Centre for the Working Environment (NRCWE) Copenhagen. Denmark


PDF  


Le malattie cutanee occupazionali sono tra le patologie occupazionali più frequentemente riscontrate in molti paesi industrializzati. Questo articolo descrive l’implementazione degli interventi di prevenzione delle malattie cutanee occupazionali in diverse situazioni professionali, l’industria alimentare e un ospedale. Le popolazioni in studio erano “gut cleaners”, con tutti i partecipanti esposti a lavoro umido, in caseifici e in un ospedale, di cui tutti gli impiegati sono stati inclusi. Gli effetti di implementazione di programmi di prevenzione basati sull’evidenza sono stati testati con questionari all’inizio e durante il follow-up. È stata osservata una significativa riduzione dell’eczema delle mani e avambracci tra i “gut cleaners”. Nei caseifici, la frequenza dell’eczema era bassa eccezion fatta per una latteria dove sono stati registrati cambiamenti significativi. In ospedale non è stata evidenziata una significativa riduzione dell’eczema nelle mani. Sono stati osservati cambiamenti relativi all’utilizzo di misure di protezione e conoscenze sulla prevenzione delle malattie cutanee occupazionali. Un processo di valutazione effettuato nei reparti di “gut cleaners” ha evidenziato un’associazione tra la frequenza dell’eczema al follow-up, attività relative alla prevenzione e implementazione di un sistema amministrativo della salute professionale. Inoltre, al fine di documentare il background scientifico dei programmi di prevenzione basati sull’evidenza per prevenire malattie cutanee occupazionali in differenti professioni, sia la popolazione che il disegno di studio devono essere valutati con attenzione quando si testa l’ìimplementazione degli interventi sul posto di lavoro. Questi aspetti potrebbero influenzare il risultato in diverse direzioni e facilitare o ostacolare le possibilità di fornire la documentazione scientifica dell’effetto dell’intervento testato.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail