Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Dicembre;142(6) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Dicembre;142(6):711-4

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse

Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0392-0488

Online ISSN 1827-1820

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Dicembre;142(6):711-4

 CASI CLINICI

Sono sicure le iniezioni profonde di filler semipermanenti? Segnalazione di due casi di reazioni granulomatose mucose

Brazzelli V. 1, Muzio F. 1, Palazzini S. 1, Antoninetti M. 1, Vassallo C. 1, Ciocca O. 1, Rosso R. 1, Borroni G. 1

1 Department of Human and Hereditary Pathology Institute of Dermatology, University of Pavia S. Matteo Polyclinic, IRCCS Foundation, Pavia, Italy
2 Institute of Human Pathology, University of Pavia S. Matteo Plyclinic, IRCCS Foundation, Pavia, Italy

La riduzione delle rughe e la correzione dei difetti cutanei, nonché il rimodellamento delle labbra, sono pratiche ormai diventate di uso frequente grazie all’utilizzo di filler iniettabili. Tali metodiche non sono prive di effetti indesiderati. Descriviamo due casi di pazienti che hanno sviluppato reazioni mucose granulomatose in seguito all’utilizzo di Dermalive®, un filler composto da particelle di idrogel acrilico e acido ialuronico. Due donne, rispettivamente di 40 e 48 anni, sono giunte alla nostra osservazione per la comparsa di lesioni nodulari, dure, non dolenti, ad aspetto ad acciottolato, localizzate nella mucosa sottostante alla regione periorale e nasogeniena. Entrambe si erano sottoposte a un trattamento estetico per la riduzione delle rughe con iniezioni di Dermalive®. È stato eseguito un prelievo bioptico delle lesioni. L’esame istologico ha evidenziato, in entrambi i casi, processi granulomatosi dermici, attorno a numerosi spazi cistici apparentemente vuoti, e un denso e diffuso infiltrato infiammatorio sia nel derma reticolare, sia nel tessuto sottocutaneo. Un ingrandimento maggiore ha messo in evidenza spazi cistici non vuoti, ma contenenti particelle traslucide e irregolari, di forma poligonale e dimensioni variabili. È stata così posta diagnosi di reazione granulomatosa secondaria a iniezioni di particelle di idrogel acrilico, in particolare Dermalive®. In conclusione, l’utilizzo di filler per la riduzione delle rughe del volto è generalmente ben tollerato, anche se la comparsa di lesioni granulomatose non è un evento raro e comunque di difficile soluzione. I pazienti che si sottopongono a questi trattamenti devono essere informati del rischio di insorgenza di effetti collaterali. Le lesioni mucose, come nei nostri casi, sono probabilmente l’espressione di un utilizzo troppo in profondità del filler che ha promosso quindi la formazione di noduli, soprattutto nel versante mucoso della guancia, del solco naso-genieno e della regione periorale.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina