Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Dicembre;142(6) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Dicembre;142(6):679-90

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse

Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0392-0488

Online ISSN 1827-1820

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Dicembre;142(6):679-90

UPDATE SULLA DERMATITE DA CONTATTO 

 REVIEW

Citochine e psoriasi: quando le citochine diventano “patochine”

Somani A. K., Yang M. F., Cooper K. D., McCormick T. S.

Department of Dermatology University Hospitals Case Medical Center/Case Western Reserve University Murdough Family Center for Psoriasis, Cleveland, OH, USA

La psoriasi volgare rappresenta una tra le più comuni patologie cutanee su base autoimmuniraria e colpisce circa il 2-3% dell’intera popolazione. La malattia è caratterizzata da placche eritematose che costantemente desquamano in seguito all’eccessiva proliferazione dei cheratinociti epidermici. Le lesioni sono caratterizzate dalla presenza di leucociti infiltranti, tra cui le cellule T CD8+ intraepidermiche e i neutrofili, e dalla presenza di acantosi epidermica, iperplasia vascolare ed ectasia. La psoriasi è una malattia immunomediata nella quale la suscettibilità genetica allelica e immunologica e i fattori ambientali contribuiscono al processo infiammatorio cronico favorito dall’interazione tra i tipi cellulari infiltranti e le cellule cutanee residenti. Vi sono stati progressi significativi circa la nostra comprensione dei processi immunopatogenetici e genetici della malattia; tuttavia, la causa della psoriasi resta sconosciuta e il suo trattamento resta elusivo. Un ruolo centrale nella complessa interazione tra cellule cutanee residenti e le cellule immunitarie viene giocato dalle citochine pro-infiammatorie, dalle chemochine, dai fattori di crescita e dai mediatori chimici elaborati dalle cellule cutanee che dirigono la progressione della malattia. Data l’importanza primaria delle citochine che guidano le risposte immunitarie cutanee che portano alla formazione delle placche psoriasiche, queste “patochine” rappresentano il bersaglio ideale per le terapie biologiche. In questo articolo verranno discusse le funzioni cruciali delle citochine nel processo immunologico, funzioni che sono fondamentali per la patogenesi della psoriasi, e verranno discusse le attuali modalità di trattamento citochino-mirate.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina