Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 December;142(6) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 December;142(6):639-48

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

REVIEW  UPDATE SULLA DERMATITE DA CONTATTO


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 December;142(6):639-48

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Alterata funzione di barriera endoteliale e patogenesi della dermatite atopica

Jensen J. M., Fölster-Holst R., Proksch E.

Department of Dermatology University of Kiel, Kiel, Germany


PDF  


Nella dermatite atopica è presente un difetto nella funzione di barriera endoteliale, probabilmente il fattore causale nello sviluppo delle lesioni atopiche, che permette la penetrazione nella cute di allergeni ambientali tipo I, con conseguente innesco delle reazioni immunologiche e infiammatorie. Questo difetto potrebbe essere causato da anomalie genetiche associate alla sindrome atopica (in particolare mutazioni nel gene della filaggrina) che causano alterazioni nelle membrane mucose nasali, bronchiali e intestinali. Ciò porta a un’incrementata penetrazione nella cute di allergeni ambientali, come gli acari, il pelo di gatto e i pollini, che causano dermatite atopica, rinite allergica, asma bronchiale. La reazione immunitaria determina un aumento della proliferazione e il verificarsi di alterazioni della differenziazione a livello dell’epidermide, accompagnati da modificazioni nella composizione lipidica. L’aumentata proliferazione e l’alterata differenziazione sono state identificate, in pazienti affetti da dermatite atopica, sia nella cute lesionata sia nella cute sana. A causa del ruolo centrale che l’alterata difesa epiteliale parrebbe giocare nella patogenesi della dermatite atopica, le strategie terapeutiche, che determinano il mantenimento della funzione di barriera a lungo termine, ristabilendo il contenuto lipidico perso e l’idratazione della barriera cutanea, sono di grande importanza per i pazienti atopici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail