Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Ottobre;142(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Ottobre;142(5):437-48

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Ottobre;142(5):437-48

PSORIASI: NOVITA' 

 REVIEW

Macrofagi e cellule dendritiche quali immunociti accessori innati nella psoriasi: review degli immunofenotipi e prospettiva dell’identificazione in situ con l’analisi topoproteomica utilizzando la Multi Epitome Ligand Cartography

Bonnekoh B. 1*, Böckelmann R. 1,2*, Pommer A. J. 2*, Hofmeister H. 2, Philipsen L. 3, Gollnick H. 1

1 Clinic for Dermatology and Venereology Otto-von-Guericke University, Magdeburg, Germany
2 SkinSysTec GmbH, Magdeburg, Germany
3 MelTec GmbH & Co. KG, Magdeburg, Germany

Attualmente si pensa che la patogenesi della psoriasi sia legata a un’interazione complessa e sottile tra diversi tipi di linfociti e di cellule accessorie innate immuno-correlate, in grado di presentare l’antigene che porta all’iperproliferazione cheratinocitica. Questi eventi molecolari e cellulari avvengono nell’ambito di un microambiente cutaneo, che anche per quel che riguarda le cellule endoteliali attivate ricorda la trasformazione in tessuto linfatico cutaneo secondario. È materia di discussione scientifica se queste interazioni possano essere indotte e mantenute dall’esistenza di autoantigeni psoriasi-rilevanti quali i peptidi della cheratina 17 o i peptidi ciclici citrullinati. Le cellule di tipo infiammatorio decisive per la psoriasi comprendono le cellule Th1, Tc1, NKT, T-reg, Th17, le cellule mieloidi così come le cellule linfatiche dendritiche e i loro precursori in vari stadi di maturazione e di attivazione. L’obiettivo di questa review è di fornire dati sull’immunofenotipo e sulla funzionalità immunitaria dell’ultimo gruppo di cellule presentanti l’antigene e dei loro precursori. Questo gruppo comprende i monociti, i macrofagi/cellule dendritiche interstiziali/dermiche (dendrociti), le cellule di Langherans, le cellule dendritiche infiammatorie epidermiche, le cellule producenti TNF/iNOS (TNF/iNOS-producing: Tip) e le cellule dendritiche plasmacitoidi. Si pensa che le tipiche reazioni psoriasiche di tipo 1, guidate dall’interferone γ e dal TNF α, siano regolate da alcune particolari cellule dendritiche derivate, essendo IL-23 la citochina principale e il più promettente bersaglio terapeutico. In questo contesto la nuova tecnologia della Multi Epitome Ligand Cartography (MELC) è ideale in quanto l’immunofluorescenza microscopica altamente avanzata che utilizza consente di identificare almeno 100 epitopi per ogni singola sezione cutanea. La sovrapposizione precisa al pixel e il post-processamento biomatematico delle immagini ottenute con la fluorescenza consentono l’analisi istotopografica in situ delle collocazioni degli epitomi in termini topoproteomici. Impiegando la tecnologia MELC abbiamo recentemente dimostrato che nella placca psoriasica, grazie al trattamento efficace con efalizumab per 12 settimane, l’attività co-stimolatoria mediata attraverso CD11a era sostanzialmente ridotta per quanto riguardava le cellule di Langherans CD1a+ e i macrofagi/cellule dendritiche dermiche.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina