Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Ottobre;142(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Ottobre;142(5):433-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Ottobre;142(5):433-6

lingua: Inglese

Uso degli ultrasuoni nella diagnosi e nel follow-up del pilomatricoma dell’infanzia

Patrizi A. 1, Boriani F. 2, Gaspari V. 1, Bianchi F. 1, Centrone M. 1, Varotti E. 1, Neri I. 1

1 Dermatology Unit Department of Clinical and Experimental Medicine S.Orsola-Malpighi Polyclinic University of Bologna, Bologna, Italy
2 Department of Radiological and Histocytopathological Sciences S.Orsola-Malpighi Polyclinic University of Bologna, Bologna, Italy


PDF  


Obiettivo. I pilomatricomi, costituiscono tumori benigni del derma profondo o del sottocutaneo a lenta crescita, derivanti dalle cellule del follicolo pilifero. I reperti ultrasonografici sono stati recentemente definiti e correlati con l’aspetto istopatologico del pilomatricoma. Alcuni autori hanno descritto l’ecografia come un test utile, non invasivo per giungere alla diagnosi di pilomatricoma, dotato di un’elevata accuratezza diagnostica.
Metodi. Presso l’Ambulatorio di Dermatologia Pediatrica è stato portato avanti uno studio retrospettivo su 30 noduli cutanei, diagnosticati clinicamente come pilomatricomi, osservati in 26 bambini, nell’arco di un periodo di 3 anni. Lo scopo dello studio è stato quello di valutare l’accuratezza dell’esame ecografico sia nella diagnosi che nel follow up dei pilomatricomi. Tutte le lesioni sono state sottoposte a una o più ecografie presso l’Unità di Radiologia del Policlinico S.Orsola-Malpighi di Bologna.
Risultati. Dei 30 sospetti clinici di pilomatricoma, l’esame ecografico ha supportato la diagnosi clinica in 29 casi (96,6%). L’asportazione chirurgica e l’analisi istopatologica è stata necessaria solo in un paziente. Gli altri pazienti sono stati monitorizzati per 1 anno con esami clinici e sonografici, evitando in questo modo la necessità di ricorrere all’asportazione chirurgica nel 90,9% dei casi.
Conclusioni. In conclusione abbiamo osservato come gli ultrasuoni rappresentano un esame utile non solo per la diagnosi di pilomatricoma, ma anche un valido ausilio per seguire il decorso di tale lesione, senza l’intervento chirurgico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail