Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 August;142(4) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 August;142(4):303-10

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 August;142(4):303-10

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Pustolosi esantematica acuta generalizzata: l’esperienza di un centro di farmacovigilanza italiano

Atzori L. 1, Pinna A. L. 1, Pilloni L. 2, Ferreli C. 1, Aste N. 1, Zucca M. 1, Pau M. 1, Aste N. 1

1 Department of Dermatology University of Cagliari, Cagliari, Italy 2 Unit of Pathological Anatomy University of Cagliari, Cagliari, Italy


PDF  


Obiettivo. La pustolosi esantematica acuta generalizzata (acute generalized exanthematous pustulosis, AGEP) è una particolare patologia, in genere farmaco-indotta, caratterizzata da un’improvvisa eruzione di centinaia di pustule sterili, non follicolari, diffuse all’intero soma. Mancano studi sull’incidenza di tale patologia, trattandosi, nella maggior parte, di casi clinici. Presso il Centro di Farmaco-vigilanza della Clinica Dermatologica dell’Università degli Studi di Cagliari è stato realizzato un studio prospettico al fine di registrare tutti i nuovi casi di AGEP e creare una database.
Metodi. Dal novembre 2001 all’ottobre 2006, è stato condotto un programma di monitoraggio intensivo di tutte le reazioni avverse da farmaci (adverse drug reactions, ADR) cutanee che hanno coinvolto pazienti ambulatoriali, pazienti ricoverati presso la Clinica Dermatologica e presso altri reparti della città di Cagliari. La diagnosi di AGEP è stata basata sulle caratteristiche e sulle circostanze delle manifestazioni cliniche, intervallo temporale tra assunzione del farmaco e comparsa della reazione, esclusione di altre diagnosi ed esame istologico, in conformità con quanto proposto dall’EuroSCAR AGEP score.
Risultati. Diciassette pazienti affetti da AGEP (7 di sesso maschile/10 di sesso femminile, età media 56,6 anni) sono stati studiati, con una frequenza relativa del 3,4% sul totale di 492 casi di ADR cutanee riscontrate. La Clinica Dermatologica nell’arco dei 5 anni considerati ha fatto parte dell’Azienda USL N°8 di Cagliari, che conta 476,000 pazienti. È, perciò, plausibile considerare che 3,5/100,000 abitanti possano sviluppare un AGEP annualmente. L’eruzione era farmaco-indotta in tutti i casi e i farmaci responsabili sono stati: gli antibiotici (41,1%), gli anti-infiammatori non steroidei (29,4%), la terbinafina (17,6%), l’idrossiclorochina (5,8%), l’olmesartan (5,8%). Nessuno dei pazienti era stato precedentemente affetto da ADR. La guarigione si è avuta in tutti i casi con la sospensione del farmaco ed eventuale terapia antistaminica. Test epicutanei con il farmaco sospettato sono risultati positivi solo nel 60% dei pazienti, ma devono essere considerate problematiche relative al reperimento di allergeni in preparazioni standardizzate e la possibile inefficacia di quelle estemporanee preparate con la forma commerciale del farmaco.
Conclusioni. L’AGEP è una reazione avversa cutanea rara, ma molto peculiare, il cui riconoscimento è indispensabile per provvedere all’immediata sospensione del farmaco responsabile. La notificazione dei casi ai centri di farmacovigilanza è essenziale per una raccolta quanto più dettagliata delle informazioni riguardanti queste reazioni di per sé rare. Fattori individuali, implicati nel controllo delle differenti modalità della risposta immunologica e i polimorfismi farmaco-genomici sono le verosimili chiavi di lettura per chiarire la patogenesi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail