Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Febbraio;142(1) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Febbraio;142(1):1-7

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2007 Febbraio;142(1):1-7

lingua: Inglese

Melanoma e gravidanza: esperienza trentennale al Centro Melanomi di Torino e review della letteratura

Savoia P., Ortoncelli M., Osella-Abate S., Quaglino P., Mola F., Fierro M. T., Bernengo M. G.

Unit of Dermatology Department of Biomedical Sciences and Human Oncology University of Turin, Turin, Italy


PDF  ESTRATTI


Obiettivo. L’impatto della gravidanza sulla prognosi del melanoma è stato un argomento a lungo dibattuto, anche se gli studi più recenti hanno escluso che essa rappresenti un fattore prognostico negativo, ribadendo l’importanza dello spessore di Breslow.
Metodi. In questo lavoro sono state identificate 674 donne in età fertile tra i 4 508 pazienti affetti da melanoma, diagnosticati e seguiti prospetticamente presso il nostro centro dal 1975 al 2005, allo scopo di verificare l’impatto della gravidanza sulla prognosi del melanoma e di meglio definire come affrontare il problema di un melanoma insorto durante tale periodo. Per l’analisi statistica sono stati utilizzati il metodo di Kaplan-Meier e la regressione di Cox.
Risultati. Non sono state riscontrate differenze significative in termini di sopravvivenza globale e intervallo libero da malattia tra le 13 donne alle quali è stato diagnosticato un melanoma durante la gravidanza e il gruppo di controllo. L’analisi multivariata ha confermato che lo spessore di Breslow e l’ulcerazione sono fattori prognostici negativi indipendenti e ha escluso che una gravidanza concomitante o successiva alla diagnosi di melanoma possa influenzare il decorso clinico.
Conclusioni. Nella nostra esperienza, la prognosi delle donne che hanno sviluppato un melanoma durante la gravidanza non differisce da quella delle donne non gravide; in entrambi i gruppi è stata, invece, confermata la rilevanza prognostica dello spessore di Breslow e dell’ulcerazione. Per un’efficace diagnosi precoce è, quindi, fondamentale, anche durante la gravidanza, una tempestiva exeresi chirurgica di tutte le lesioni pigmentate sospette.

inizio pagina