Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 Ottobre;141(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 Ottobre;141(5):475-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 Ottobre;141(5):475-7

lingua: Inglese

Pigmentazione cutanea transitoria fucsia conseguente a elevate dosi di idrossicobalamina somministrata per via endovenosa

Bassi E. 1, Gabba P. 1, Cespa M. 1, Arrigoni S. 2, Butera R. 2, Locatelli C. 2, Raimondi M., 3 Dyche J. 4, Borroni G. 1

1 Department of Human and Hereditary Pathology Dermatology Clinic, IRCCS Policlinico San Matteo University of Pavia, Pavia, Italy
2 Poison Control Center IRCCS Fondazione Maugeri, University of Pavia, Pavia, Italy
3 SSUEm 118, IRCCS Policlinico San Matteo, Pavia, Italy
4 Department of Dermatology Royal London Hospital, London, UK


PDF  


Un paziente di 45 anni viene ricoverato nel reparto di rianimazione del Policlinico San Matteo di Pavia, in seguito ad arresto cardiorespiratorio conseguente all’inalazione di un getto di cloruro di cianurile ad alta pressione sul luogo di lavoro. Dopo le manovre respiratorie eseguite sul luogo dell’incidente, vengono somministrati 7,5 g di idrossicobalamina per via endovenosa nel sospetto di intossicazione cianidrica. Qualche ora dopo il ricovero, il paziente manifesta un’eruzione maculosa diffusa rosa intenso (fucsia), particolarmente evidente sull’addome. La temperatura cutanea è normale. Le urine presentano il medesimo colore fucsia. Viene eseguita una biopsia cutanea per esame istologico, che non evidenzia deposito di pigmento, ma solo un infiltrato linfocitario perivascolare superficiale e profondo. La pigmentazione cutanea si attenua gradualmente fino a scomparire nell’arco di 5 giorni. L’intossicazione cianidrica è esclusa dal mancato riscontro di cianuro nei campioni ematici, urinari e gastrici. La pigmentazione cutanea transitoria fucsia è conseguente alla somministrazione idrossocobalamina. Un mese dopo l’incidente, il paziente viene dimesso ed ora è in via di guarigione.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail