Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 October;141(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 October;141(5):465-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

REVIEW  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 October;141(5):465-9

lingua: Inglese

Condizioni genotipiche e ambientali dell’ospite con melano-ma cutaneo maligno

Bongiorno M. R., Pistone G., Aricò M.

Department of Dermatology University of Palermo, Palermo, Italy


PDF  


I fattori che guidano lo sviluppo del melanoma variano a seconda delle condizioni fenotipiche e ambientali dell’ospite.
Le varianti all’eliche MC1R che sono associate a un rischio aumentato di melanoma probabilmente rendono il DNA dei melanociti più sensibile ai danni provocati dall’esposizione ai raggi UV e le interazioni tra la radiazione UV e il menoma inducono il melanoma. Infatti, le cellule MC1R non funzionali hanno un tasso molto basso di rimozione dei dimeri formati da ciclobutano e pirimidina. Le mutazioni più significative indotte dagli UV a livello cutaneo compaiono nel gene CDKN2A, bersaglio principale degli UV, che codifica per 2 proteine distinte che regolano il ciclo cellulare: p16INK4A e p14ARF.
L’inattivazione di entrambi i soppressori tumorali esita nel mancato arresto del ciclo cellulare a causa della distruzione del punto di restrizione G1/S. Il risultato è la progressione di cellule premature e la riparazione incompleta dei danni a carico del DNA che portano all’instabilità gnomica e alle mutazioni.
Infatti, la via attraverso la quale gli UV agiscono sui melanociti rivela la complessa interrelazione esistente tra le vie che regolano la sopravvivenza, la proliferazione e la melanogenesi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail