Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 Giugno;141(3) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 Giugno;141(3):283-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

NOTE DI TECNICA  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 Giugno;141(3):283-9

lingua: Inglese

Chirurgia di Mohs oggi in Italia

Boggio P. 1, Gattoni M. 1, Borracina G. 1, Farinelli P. 1, Leigheb G. 1, Boldorini R. L. 2, Ramponi A. 2, Monga G. 2

1 Department of Dermatology Ospedale Maggiore della Carità School of Medicine and Surgery, A. Avogadro Eastern Piedmont University, Novara, Italy
2 Unit of Pathological Anatomy and Histology Ospedale Maggiore della Carità School of Medicine and Surgery, A. Avogadro Eastern Piedmont University, Novara, Italy


PDF  


La chirurgia di Mohs è una tecnica chirurgica in grado di eradicare neoplasie maligne cutanee non metastatizzanti in fase di crescita estensiva locale. I principi su cui essa si basa sono: l’esame di tutto il perimetro dell’exeresi mediante sezioni orizzontali del pezzo asportato e la mappatura precisa del pezzo stesso. Vengono descritte in dettaglio le procedure adottate nell’esecuzione pratica con il supporto di alcuni casi esemplificativi e le sue possibili varianti tecniche (metodo di Tübingen e metodica “differita”). Vengono discussi le indicazioni e i limiti all’applicazione della chirurgia di Mohs con considerazioni sui campi di impiego anche al di fuori delle indicazioni classiche. Si considerano, infine, i possibili sviluppi dell’applicazione della metodica con una sempre più ampia richiesta di utilizzo a causa della diffusione di trattamenti non chirurgici per gli epiteliomi e, quindi, la necessità di aumentare in Italia il numero di centri che pratichino la chirurgia di Mohs.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail