Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 April;141(2) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 April;141(2):169-71

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 April;141(2):169-71

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Febbre familiare mediterranea. Una sfida diagnostica

Mourellou O., Delli F. S., Chaidemenos G., Gidarokosta P., Tsatilas D., Tsatsou F.

State Hospital for Skin and Venereal Diseases Thessaloniki, Greece


PDF  


La febbre familiare mediterranea è una malattia ereditaria che colpisce particolarmente le popolazioni che vivono nell’area Mediterranea. La complicanza più grave è rappresentata dall’amiloidosi, che può portare a un’insufficienza renale terminale. Viene descritto il caso di un paziente di 48 anni che si è rivolto alla nostra clinica a seguito di episodi ricorrenti di un’eruzione cutanea simil-erisipela localizzata a livello del gluteo destro, sempre associata a febbre e talvolta a orchiepididimite, dolore addominale a artrite. La diagnosi clinica di febbre familiare mediterranea è stata confermata dall’identificazione tramite tecnica PCR del gene mutato codificante per la febbre mediterranea. La somministrazione continua di colchicina per os (0,5 mg 3 volte al dì) ha consentito di evitare gli episodi ricorrenti.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail