Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 February;141(1) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 February;141(1):63-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

REVIEW  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2006 February;141(1):63-8

lingua: Inglese

Che fare quando il trattamento per l’acne fallisce?

Stefanaki I., Katsambas A. D.

Department of Dermatology University of Athens, Andreas Sygros Hospital, Athens, Greece


PDF  


L’acne è una malattia molto comune, che colpisce entrambi i sessi dall’adolescenza sino alla quarta decade di vita. Questa condizione estremamente comune ha un impatto notevole sulla qualità di vita dei pazienti, con significativi aspetti fisici, psicologici ed economici. L’acne è provocata da un aumentata produzione di sebo, dalla corneificazione duttale, dalla colonizzazione batterica dei dotti pilosebacei e dall’infiammazione. I diversi trattamenti topici e sistemici hanno quale obiettivo di contrastare i diversi fattori eziologici e la terapia di mantenimento è necessaria per evitare le recidive. Nonostante una gestione appropriata e una buona compliance da parte del paziente, vi sono casi nei quali il trattamento fallisce.
Questo articolo offre una panoramica sulle linee guida di trattamento dell’acne e focalizza l’eziologia e la gestione dei casi con scarsa risposta al trattamento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail