Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2005 December;140(6) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2005 December;140(6):659-62

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2005 December;140(6):659-62

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Trattamento di verruche recalcitranti con il laser KTP (532 nm)

Cassano N., Arpaia N., Vena G. A.

Second Unit of Dermatology, MIDIM Department, University of Bari, Italy


PDF  


Obiettivo. Alcune osservazioni suggeriscono che alcuni laser con selettività vascolare possono essere efficaci nel trattamento delle verruche virali (VV). Lo scopo del presente studio è stato valutare gli effetti del laser KTP (532 nm) in VV resistenti a terapie convenzionali di vario tipo.
Metodi. Sono state trattate 44 VV recalcitranti in 26 pazienti con un laser KTP, utilizzando un sistema dotato di scanner ed erogando fluenze di 30-35 J/cm2, in associazione a raffreddamento dinamico. Il trattamento è stato ripetuto a cadenza mensile fino alla risoluzione completa delle VV e per non più di 5 sedute mensili.
Risultati. L’eradicazione è stata ottenuta entro 3 mesi nel 75% delle VV, rappresentate prevalentemente da lesioni localizzate alle mani e in sede periungueale. Dopo un periodo di follow-up di 12-36 mesi, non si sono osservate recidive delle lesioni precedentemente trattate con successo. Il trattamento è risultato ben tollerato e non ha causato alcun evento avverso permanente, come distrofie ungueali, esiti atrofico-cicatriziali o pigmentari. Durante la procedura, il dolore evocato dal trattamento era solitamente lieve e risultava ben controllato dal raffreddamento cutaneo. Gli eventi avversi osservati subito dopo il trattamento (eritema, croste, bolle) erano di entità lieve e transitori.
Conclusioni. I risultati ottenuti suggeriscono che il trattamento con laser KTP può essere considerato utile e ben tollerato nelle VV recalcitranti, soprattutto nelle lesioni delle mani e in quelle periungueali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail