Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2005 Ottobre;140(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2005 Ottobre;140(5):557-60

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2005 Ottobre;140(5):557-60

 REVIEWS

Agenti biologici nel trattamento della psoriasi

Rausin A., Henno A., de la Brassinne M.

Department of Dermatology, University of Liege, Liege, Belgium

La psoriasi è una malattia che colpisce circa il 2% della popolazione di razza caucasica in tutto il mondo.
Il progresso nella comprensione che la psoriasi è una patologia mediata dalle cellule T e gli sviluppi della biologia molecolare e della tecnologia hanno consentito di sviluppare nuove classi di agenti terapeutici. Quelli cosiddetti «biologici» sono rappresentati da proteine di fusione, anticorpi monoclonali, citochine, e sono stati concepiti per bloccare specifici meccanismi molecolari importanti per la patogenesi della psoriasi (riducendo il numero delle cellule T patogene, bloccando la loro migrazione verso la cute, antagonizzando le citochine effettrici che secernono).
Questo articolo si interesserà degli agenti più promettenti e avanzati, considerando anche le loro interazioni sui sistemi cellulare e umorale nella psoriasi.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina