Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2005 February;140(1) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2005 February;140(1):63-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2005 February;140(1):63-8

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Gangrena di Fournier. Descrizione di un caso clinico e revisione della letteratura

Rosina P., Fracasso I., Chieregato C.

Unit of Dermatology and Venereology Department of Biomedical and Surgical Sciences University of Verona, Verona, Italy


PDF  


La gangrena di Fournier o gangrena acuta dei genitali, meglio conosciuta come fascite necrotizzante sinergica, è una rara patologia ad eziologia infettiva che coinvolge dapprima i genitali esterni ed in un secondo tempo le strutture anatomiche vicine (perineo, parete addominale, regione circumanale). È un’infezione grave e in alta percentuale letale. Classicamente insorge ex abrupto prevalentemente in giovani maschi in apparenti buone condizioni di salute ed evolve rapidamente verso la necrosi a causa dell’endoarterite obliterante dovuta alla diffusione dei microrganismi nello spazio sottocutaneo. I batteri più frequentemente coinvolti sono sia aerobi sia anaerobi in sinergia come ad esempio Staphylococcus aureus, Streptococcus, Clostridium, Pseudomonas, Escherichia coli, Enterobacter, Proteus, Klebsiella, Bacteroides. Le cause che provocano questa patologia sono essenzialmente 2: traumi locali e infezioni cutanee locali, urinarie e soprattutto intestinali. I fattori predisponenti sono il diabete mellito, l’immunodepressione ed altre patologie sistemiche (alcolismo, insufficienza renale, leucemie, ecc.). La terapia si basa sull’utilizzo di antibiotici a largo spettro (eventualmente supportata dall’uso di corticosteroidi sistemici) e sulla rimozione chirurgica del tessuto necrotico. Tuttavia la gangrena di Fournier rimane una patologia grave, con una mortalità superiore al 25%. Una diagnosi precoce ed un approccio multidisciplinare sono le chiavi per una buona gestione della gangrena di Fournier.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail