Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2005 February;140(1) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2005 February;140(1):27-32

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,311


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2005 February;140(1):27-32

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Reazioni immediate da contatto agli apteni utilizzati nel patch test

Belloni Fortina A. 1, Piaserico S. 2, Alaibac M. 2, Peserico A. 2

1 Department of Pediatrics University of Padua, Padua, Italy 2 Department of Dermatology University of Padua, Padua, Italy


PDF  


Obiettivo. Alcune sostanze utilizzate nel patch test possono indurre, al contatto con la cute, reazioni immediate di tipo eritematoso o eritemato-pomfoide. Lo scopo di questo studio era valutatare l’incidenza di tali reazioni agli apteni utilizzati di routine per l’esecuzione del patch test e l’eventuale associazione con le reazioni ritardate da contatto allo stesso aptene.
Metodi. Sono stati studiati 404 pazienti non selezionati (età media 40,4±17,6 anni; 144 di sesso maschile e 260 di sesso femminile) con sospetta dermatite da contatto che giungevano all’ambulatorio di Dermatologia Allergologica per l’esecuzione del patch test. A 30 min dall’applicazione dell’apparato testante, venivano esaminate le aree sottostanti lo stesso e veniva riapplicato l’apparato testante, successivamente venivano eseguite le abituali letture a 48 e 96 h.
Risultati. Duecentoottantadue (69,8%) soggetti presentavano a 30 min almeno una reazione immediata da contatto. Le sostanze che più frequentemente hanno provocato reazioni immediate sono state balsamo del Perù (61,4%), profumi mix (35,1%), parabeni mix (2,2%), carba mix (2%). Non sono state osservate correlazioni tra reazioni immediate e ritardate allo stesso aptene, con le sole eccezioni di Kathon CG e Diamino-difenil-metano. Inoltre, non si sono osservate differenze significative per età, sesso e presenza di atopia nei soggetti che hanno sviluppato una reazione immediata da contatto rispetto a quelli che non l’hanno presentata.
Conclusioni. L’elevata frequenza di reazioni immediate da contatto agli apteni comunemente utilizzati nel patch test in soggetti senza manifestazioni cliniche riconducibili a orticaria da contatto sembrerebbe ridimensionare l’utilità del patch test con lettura immediata (a 30 min) nell’iter diagnostico dell’orticaria da contatto.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail