Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Ottobre;139(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Ottobre;139(5):499-503

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

GIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

CASI CLINICI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Ottobre;139(5):499-503

lingua: Inglese, Italiano

Due differenti opzioni terapeutiche nella papillomatosi confluente e reticolata

Patrone P., Trotter D., Stinco G.

Department of Clinical and Experimental Pathology and Medicine, Institute of Dermatology University of Udine, Udine, Italy


PDF  


La papillomatosi reticolare e confluente di Gougerot e Carteaud (confluent and reticulated papillomatosis, CRP) è una dermatosi dovuta a un disordine geneticamente determinato della cheratinizzazione. L’esame istologico delle lesioni evidenzia ipercheratosi, papillomatosi e modesta acantosi epidermica.
Vengono presentati 2 casi di pazienti affetti da CRP: un paziente di 17 anni con lesioni estese localizzate alla regione mediosternale, periombelicale e medionucale, e una paziente di 13 anni, con manifestazioni localizzate in sede nucale e presternale; il primo è stato trattato con minociclina cp 100 mg /die per 1 mese e la seconda con calcipotriolo allo 0,005%, applicato per 2 volte al giorno per un periodo di circa 3 mesi. In entrambi i casi si è avuta la remissione che persisteva nei controlli successivi.
L’istologia ha confermato la diagnosi in entrambi i casi e gli esami micologici sono risultati negativi.
Dal confronto tra l’esperienza riportata e i dati della letteratura emerge che il farmaco di prima scelta, per forme circoscritte, deve essere il calcipotriolo, mentre la terapia orale deve essere presa in considerazione per la resistenza o per forme molto estese.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail