Ricerca avanzata

Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Ottobre;139(5) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Ottobre;139(5):479-84

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014

 

Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Ottobre;139(5):479-84

 ARTICOLI ORIGINALI

Metotrexate e psoriasi: dosaggio del peptide aminoterminale del procollagene tipo III nella terapia a lungo termine

Franchi C., Altomare A., Cainelli G., Frigerio E., Altomare G. F.

Institute of Dermatology (Dir. Prof. G. F. Altomare) Galleazzi Orthopedic Institute University of Milan, Milan, Italy

Obiettivo. Una terapia a lungo termine con Metotrexate (MTX) può indurre un danno epatico che potrà condurre allo sviluppo di fibrosi o cirrosi. La biopsia epatica è la metodica più affidabile per l’evidenziazione di tale danno. La concentrazione sierica del peptide aminoterminale del procollagene di tipo III (PIIINP) è stata proposta come strumento non invasivo per la diagnosi e il monitoraggio di patologie fibrotiche. Scopo del presente studio è monitorare l’epatotossicità indotta da MTX mediante il dosaggio del PIIINP.
Metodi. Sono stati esaminati 26 pazienti affetti da psoriasi (17 pazienti con psoriasi in placche estesa, 3 pazienti con psoriasi pustolosa, 1 paziente con eritrodermia psoriasica e 5 pazienti con psoriasi in placche non responsiva ai trattamenti) in terapia con MTX, la maggioranza per un lungo periodo. La dose cumulativa media era 600,73 mg e la durata media del trattamento era di 11,82 mesi. Nel nostro studio, la concentrazione sierica di PIIINP è stata inoltre misurata in 2 gruppi di controllo: 9 pazienti psoriasici che non avevano mai ricevuto alcuna terapia sistemica per la psoriasi e non affetti da alcuna patologia epatica e 9 pazienti psoriasici affetti da fibrosi e/o cirrosi epatica.
Risultati. In 3 pazienti la concentrazione sierica di PIIINP è risultata al di sopra del range di riferimento, mentre 23 pazienti (88,5%) avevano il PIIINP entro il range di normalità (1,7-4,2 µg/L): PIIINP range 1,66-4,55, media 2,9 µg/L. Nessuno dei 9 pazienti psoriasici che non avevano mai assunto MTX mostrava elevati livelli di PIIINP (range 1,48-3,20, media 2,27 µg/L). Tutti i pazienti del gruppo di controllo affetti da psoriasi associata a fibrosi o cirrosi avevano invece livelli di PIIINP oltre la norma (range 7,07-9,39 media 8,1279 µg/L).
Conclusioni. Il peptide aminoterminale del PIIINP può essere utilizzato come affidabile indicatore di fibrogenesi epatica. Il numero di biopsia epatiche in pazienti psoriasici in terapia con MTX probabilmente può essere ridotto per quei pazienti che mostrano normali livelli di PIIINP. Il dosaggio è raccomandato una volta l’anno a partire dal raggiungimento di una dose cumulativa di MTX di 750 mg.

lingua: Inglese, Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina