Home > Riviste > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia > Fascicoli precedenti > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Giugno;139(3) > Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Giugno;139(3):181-93

ULTIMO FASCICOLOGIORNALE ITALIANO DI DERMATOLOGIA E VENEREOLOGIA

Rivista di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse


Official Journal of the Italian Society of Dermatology and Sexually Transmitted Diseases
Indexed/Abstracted in: EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,014


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Giornale Italiano di Dermatologia e Venereologia 2004 Giugno;139(3):181-93

lingua: Inglese, Italiano

Il disagio psichico in dermatologia: dalla depressione alla qualità di vita

Colonna F., Soro E., Addese C., Quaranta L., Dapavo P., Pippione M.

2nd Dermatologic Clinic University of Turin, Turin, Italy


PDF  ESTRATTI


Obiettivo. L’obiettivo dello studio clinico-osservazionale condotto presso la II Clinica Dermatologica Universitaria dell’Ospedale Dermatologico San Lazzaro di Torino è la valutazione del disagio psichico, nonché la qualità di vita, nei pazienti dermatologici.
Metodi. Il campione esaminato è costituito da 70 soggetti (35 maschi, 35 femmine) ricoverati o afferenti al servizio day-hospital, con età media di 49 anni, selezionati secondo opportuni criteri tra i pazienti affetti dalle patologie dermatologiche più frequenti, sufficientemente rappresentative della categoria “paziente dermatologico”: psoriasi, dermatite atopica, prurigo, orticaria cronica. Con rating scales autosomministrate (Stai Y1-Y2, ZDRS, MOCQ, IBQ, BCS, EPI, SF-36) sono stati analizzati vari parametri psicopatologici quali ansia, depressione, ossessività/compulsività, comportamento di malattia, immagine corporea, tratti di personalità, qualità di vita.
Risultati. Tali parametri sono risultati significativamente patologici, specie per le pazienti femmine. Il confronto della qualità di vita dei soggetti del campione, indagata con il questionario SF-36, con quella relativa a gruppi di pazienti affetti da altre patologie organiche croniche di notevole impatto sociale, rivela significative differenze nella gestione del disagio psicologico, a livello di manifestazioni psicopatologiche e modalità esistenziali.
Conclusioni. Si è evidenziato come la qualità di vita del paziente dermatologico venga compromessa non solo dalla malattia organica di base ma anche da condizioni psichiche alterate, che possono essere considerate potenziali fattori predisponenti o precipitanti rispetto alle dermatosi considerate.

inizio pagina